domenica,  17 novembre 2019

Concerti a scuola. Imparare a vivere insieme facendo musica: evento a Bologna con bambini e ragazzi dell'Emilia-Romagna

L'assessore Bianchi: "Un grande progetto educativo, perché suonare unisce. Investiti dal 2015 oltre 5 milioni di euro. Bando da 1,4 milioni per il prossimo anno scolastico"

Orchestra, scuola, BianchiCostruire sinergie tra scuole e territorio, promuovere la socializzazione e contrastare le discriminazioni: sono gli obiettivi degli interventi finanziati dalla Regione Emilia-Romagna per progetti di educazione musicale. Corsi di canto corale, corsi di musica strumentale d’insieme e laboratori di propedeutica musicale realizzati dalle Scuole di musica accreditate, in collaborazione con le Istituzioni scolastiche del territorio.
Il punto sugli interventi è stato fatto a Bologna nel corso dell’evento “Un’orchestra e un coro in ogni scuola, l’educazione alla musica per imparare a vivere insieme”: un incontro per riflettere e confrontarsi sul valore dell’educazione musicale nelle scuole.
Iniziato con la proiezione di un breve documentario “Un’orchestra e un coro in ogni scuola, voci e strumenti per educare a vivere insieme” e con l’esibizione del coro dei bambini dell’associazione “Musica Per” di Bologna. Sono poi intervenuti l’assessore regionale alla Scuola, Patrizio Bianchi, il direttore dell’Ufficio scolastico dell’Emilia-Romagna, Stefano Versari, il presidente della Regia Accademia Filarmonica di Bologna, Loris Azzaroni, e il presidente dell’Associazione Assonanza-Associazione scuole di musica dell’Emilia-Romagna, Roberto Pignatti. In chiusura l’esibizione dell’orchestra “I Fiatoni” di Parma.

L’intervento della Regione per le scuole di musica dell’Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna sono 470 le scuole civiche di musica, hanno sede in 270 comuni, sono frequentate da oltre 40mila allievi e possono contare su 3.500 insegnanti. Realtà che fanno rete con gli istituti scolastici e ne integrano le attività con i percorsi musicali, diventando così un punto di riferimento culturale del territorio.
A fronte di questo impegno educativo e formativo promosso dai Comuni e supportato dalle comunità, la Regione, con la legge regionale 2 del 2018 “Norme per lo sviluppo del settore musicale”, ha voluto consolidare e qualificare ulteriormente il sistema dell’educazione musicale regionale, sviluppando nuove forme di integrazione e collaborazione fra le istituzioni educative e formative, in una logica di sussidiarietà, introducendo una visione trasversale e innovativa del settore.

Con questa priorità, la Regione ha finanziato nell’anno scolastico 2019/20 con 1,5 milioni 23 progetti di educazione musicale rivolti agli allievi della scuola primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado e dei percorsi di istruzione e formazione professionale dell’Emilia-Romagna. I progetti hanno coinvolto circa 150 istituzioni scolastiche e realizzato 500 moduli da 30 ore ciascuno, di cui il 60% relativo a laboratori di musica strumentale d’insieme, e i restanti equamente divisi tra laboratori di propedeutica musicale e di canto corale.

Per l’anno scolastico 2020/2021 un nuovo bando mette a disposizione 1,4 milioni di euro per progetti di educazione musicale, con l’obiettivo di valorizzare le diverse dimensioni e favorire la realizzazione di percorsi che individuino nuove metodologie per l’inclusione e l’integrazione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/17 16:38:25 GMT+2 ultima modifica 2019-11-17T16:38:25+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina