I lavori sull’asta fluviale di Parma e Baganza

Sono 5 gli interventi finanziati dalla Regione e al via nel 2019 lungo le aste fluviali dei torrenti Parma e Baganza, con un investimento totale di oltre 560 mila euro, che saranno svolti a cura dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile.  La quota più rilevante – per oltre 440 mila euro – sarà investita in opere di manutenzione ordinaria. 
Sul torrente Parma, a Le Ghiarine di Reno di Tizzano si prevede un secondo pennello in gabbioni a monte di quello già esistente e la mitigazione del rischio idrogeologico per i nuclei abitati e la rete viaria.

Quattro i lavori in programma nel territorio di Corniglio: a Prella alcuni massi cementati andranno a rinforzare tre pennelli danneggiati in modo evidente dalle ultime piene; a Ponte Romano sarà movimentato materiale in alveo per deviare le acque e difendere la sponda sinistra del corso d’acqua, così come si rafforzerà la scogliera cementata a valle del ponte storico; a Migliarina verrà continuato l’intervento di ampliamento del canale in sponda sinistra del torrente Bratica. A Molino Vecchio, infine, saranno potenziate le difese spondali.

 

Sul torrente Baganza, in località Vigheffio (Parma) si proseguirà la collocazione di massi ciclopici a tutela dell’abitato; in comune di Sala Baganza si interverrà a S. Vitale con nuove protezioni per l’area industriale e a Limido (Comune di Sala Baganza) per ultimare una scogliera in massi ciclopici a difesa della strada comunale S. Vitale – Marzolara. 
E ancora: tra Berceto, Terenzo, Calestano si realizzerà il primo stralcio delle opere di consolidamento e parziale rifacimento della storica briglia posta in corrispondenza dell’intersezione del torrente con la formazione rocciosa dei “Salti del Diavolo”.  

A Molino di Berceto cantiere in vista per rinforzare le difese spondali in corrispondenza dell’abitato; a Calestano saranno rinforzati gli argini a monte del ponte sul Baganza e si collocheranno difese in pietrame tra due pennelli esistenti. Nella località Bosso (comune di Calestano) sono in arrivo nuove difese spondali a valle del ponte, a tutela della strada di collegamento tra S. Vitale Baganza e Marzolara; a Sala Baganza rinforzo in vista per le difese a valle dell’argine danneggiato durante gli ultimi eventi alluvionali.  Si aggiunge lo stanziamento di 27 mila euro reso disponibile per le indagini geognostiche necessarie a verificare complessivamente le condizioni degli argini del torrente Baganza, per la maggior parte privati. Dopo il profilo topografico già concluso nel 2017, i nuovi approfondimenti serviranno per fare una fotografia della situazione e valutare la necessità di interventi di manutenzione. Tra gli altri lavori in partenza entro l'estate, a Parma sono compresi il taglio della vegetazione in alveo ed il rispristino delle sezioni fluviali sul reticolo idrografico minore, in particolare su Canale Baganzale, Canale Maretto, Cavo Ariana e torrente Cinghio (oltre 90 mila euro).

 

Gli interventi candidati a finanziamento 
La Regione trasmetterà nei prossimi giorni al Ministero dell’Ambiente la richiesta di assegnazione di risorse per 2 milioni di euro necessarie a svolgere 4 cantieri per la sicurezza dell’asta fluviale del Parma e del Baganza. La quota più consistente – 1 milione di euro – è destinata a due interventi in comune di Felino: il primo stralcio della sistemazione morfologica ed idraulica dell’area di fondovalle del torrente Baganza e opere di difesa del centro abitato e della frazione di San Michele Gatti.

In comune di Parma con 500 mila euro si prevedono lavori di completamento idraulico nel tratto urbano del Baganza e l’acquisizione aree private che costituiscono arginature già esistenti per facilitare le attività del servizio di piena; altri 480 mila sono destinati alla difesa idraulica di S. Vitale Baganza, Limido e al ripristino della sezione di deflusso del Rio del Mocco, in comune di Sala Baganza. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/27 19:03:37 GMT+2 ultima modifica 2019-03-27T19:03:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina