mercoledì,  26 giugno 2019

Protezione civile, una rete più sicura: Piano della Regione per sedi operative nuove e potenziate

Investimenti per 3,3 milioni di euro e 26 interventi da Piacenza a Rimini. Gazzolo: "Nodi strategici per rendere le comunità più resilienti e pronte"

Protezione civile, tendopoli copyright Meridiana Immagini - foto di Andrea SamaritaniPoli di protezione civile più sicuri in caso di terremoto a Parma, con l'adeguamento sismico del Centro Unificato Provinciale, a Faenza (Ra) dove sarà riqualificata la sede del Coordinamento provinciale del volontariato e a Fiorenzuola (Pc) dove sorgerà la nuova sede sovracomunale della Protezione civile Val d’Arda. Una nuova Caserma dei Vigili del fuoco a Lugo, nel ravennate, un eliporto a Modena e 7 Centri operativi comunali - cuori pulsanti del sistema di protezione civile a livello locale - che potranno contare su sedi più adeguate e funzionali.

È il pacchetto di 26 interventi in tutte le province, da Piacenza a Rimini, approvato dalla Giunta regionale per potenziare la rete delle strutture di protezione civile dell’Emilia-Romagna. Sono inseriti in un Piano triennale che, fino al 2021, mette in campo quasi 3 milioni 300 mila euro.   

I nuovi fondi serviranno anche per migliorare e potenziare le strutture sovracomunaliacquistare attrezzature di telecomunicazione, apparati ricetrasmittenti e realizzare campi macerie per l'addestramento delle unità cinofile.

In particolare sono in arrivo a Piacenza 730 mila euro per quattro interventi; a Parma 690 mila euro per sette interventi; a Reggio Emilia 475 mila euro per tre interventi; a Modena 200 mila euro per un intervento; a Bologna 154 mila euro per quattro interventi; a Ferrara 170 mila euro per due interventi; a Ravenna 450 mila euro per due interventi; a Forlì-Cesena 250 mila euro per due interventi e infine a Rimini 150 mila euro per un intervento.

19 nuovi Centri di protezione civile nel corso del mandato

Sono in tutto 19 i nuovi Centri di Protezione civile finanziati nel corso del mandato, a partire dal 2015. La loro realizzazione si unisce al potenziamento e al miglioramento di quelli già esistenti sul territorio.

In particolare, si tratta del Polo logistico nazionale a Piacenza - a cui la Regione ha finora contribuito con 1 milione 600 mila euro - e il Centro Unificato Provinciale di Ferrara; tre strutture sovracomunali a Rivergaro, Fiorenzuola e Castelvetro, nel piacentino; due magazzini a servizio della protezione civile di Villanova d'Arda e dell'Unione V. Nure Val Chero sempre in provincia di Piacenza; tre Centri operativi comunali a Fornovo (Pr), Casina e Albinea (Re) e una sede operativa della protezione civile a Cozzano di Langhirano (Pr); quattro strutture polifunzionali delle quali due nel reggianno, a Castelnovo ne Monti e a Carpineti, una Casa della Protezione civile a S. Prospero nel modenese, una struttura di prima assistenza alla popolazione a Crevalcore nel bolognese. E ancora: l'eliporto notturno a Modena; una sala radio con foresteria a Berceto, nel parmense e due caserme dei Vigili del fuoco, per il Distaccamento volontario di Luzzara nel reggiano e a Lugo, nel ravennate. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/06/26 14:41:00 GMT+2 ultima modifica 2019-06-26T15:06:19+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina