sabato,  31 agosto 2019

Bonaccini alle celebrazioni del 75^ anniversario della liberazione di Montegridolfo (Rn)

Domani a Monte Battaglia: “Valori da far conoscere, nessuna conquista è al sicuro”. Dalla Regione 1 milione all'anno per la legge sulla “Memoria del Novecento”

31 agosto 2019- 75esimo anniversario della liberazione di Montegridolfo (Rn) dal nazifascismo"Qui, lo stesso giorno di 75 anni fa, gli alleati attaccarono i tedeschi sfondando la Linea Gotica. Una battaglia che portò alla liberazione di Montegridolfo. Combattere per la libertà e la democrazia, la scelta di opporsi al nazifascismo che anche qui in Emilia-Romagna, nella nostra terra, fecero tanti giovani, uomini, donne che entrarono nella Resistenza e nella lotta partigiana, una scelta alla base della Costituzione e della Repubblica italiana, patrimonio di valori che ogni giorno dobbiamo proteggere e far conoscere, facendo Memoria”. Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, che nel pomeriggio partecipa al convegno “Storia, Memoria, Museo” organizzato nell’anfiteatro all’esterno del Museo della Linea dei Goti a Montegridolfo in occasione del 75esimo anniversario dalla liberazione dal nazifascismo del comune in provincia di Rimini. Con lui, oltre ai relatori, il sindaco Lorenzo Grilli e il prefetto di Rimini, Alessandra Camporota.

“Luoghi simbolo come Montegridolfo ci richiamano al dovere morale di non dimenticare- prosegue-. Sempre di più è importante che le nuove generazioni conoscano la nostra storia. Perché è la consapevolezza della storia il miglior antidoto contro i tentativi di riscriverla, gli inaccettabili revanscismi neofascisti, la violenza e i soprusi contro i più deboli. Non va data per scontata la convinzione secondo la quale ciò che è accaduto in passato, cioè la negazione della libertà e della democrazia, non possa ritornare. Non ritornerà, ma solo se comprendiamo che libertà e democrazia sono conquiste, pagate anche a caro prezzo. E spetta a noi difenderle, perché niente, di per sé, è al sicuro per sempre”.

Domani il presidente Bonaccini a Monte Battaglia1 settembre 2019. 75esimo della battaglia di Monte Battaglia 2^ Guerra mondiale

Per il presidente della Regione altro appuntamento domani, 1^ settembre, in un luogo di storia e della memoria.

Il presidente parteciperà infatti alla cerimonia in ricordo dei combattimenti avvenuti tra settembre e ottobre 1944 a Monte Battaglia, nel ravennate, sul crinale che unisce le valli del Senio e del Santerno. Qui, i partigiani della 36^ Brigata Garibaldi, i Blue Devils dell’esercito Usa e le Guardie Gallesi dell’esercito britannico si scontrarono con i reparti della Wermacht nazista per contendersi il controllo della montagna.

Promuovere e sostenere il ricordo- aggiunge il presidente- è un impegno che come Regione abbiamo voluto rispettare tre anni fa approvando la legge sulla Memoria del Novecento e stanziando un milione di euro l’anno per sostenere scuole, istituti storici, centri di ricerca e associazioni nei loro progetti, soprattutto quelli con gli studenti. Ancora una volta, dunque, nel ricordare quanti hanno combattuto per consegnarci un Paese libero, rivendichiamo come nostri i valori di democrazia, pace e solidarietà- chiude Bonaccini- conquistati anche al prezzo di eventi tragici, come quelli che si sono svolti qui 75 anni fa”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/31 14:03:11 GMT+1 ultima modifica 2019-08-31T14:03:11+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina