martedì,  31 luglio 2018

Castelli del Ducato: sempre più visitatori per un viaggio che da Piacenza e Parma guarda a tutta l'Emilia

Entrano tre tappe nel reggiano. La visita di Bonaccini e Corsini: "Altro esempio del nostro straordinario patrimonio"

Bonaccini in visita ai Castelli del DucatoL’Emilia piena di fascino dei 31 Castelli del Ducato aperti al pubblico per un turismo culturale di qualità, incastonati nelle province di Parma e Piacenza ma con l’obiettivo di allargarsi a quella di Reggio Emilia inserendo nel portale del circuito ducale (www.castellidelducato.it, 1 milione e mezzo di visualizzazioni) il Comune di Canossa con il Castello di Canossa, quello di Rossena e la Torre di Rossenella,  il Comune di Quattro Castella con il Castello di Bianello e quello di Reggio Emilia con la Sala del Tricolore, per un racconto sempre più corale del territorio. Il primo passo di un percorso che guarda all’intera Destinazione Emilia e, successivamente, a tutti i Castelli dell’Emilia-Romagna. E’ l’Emilia delle rocche, della tavola prelibata e della tradizione, quella che costruisce automobili da competizione alla Dallara di Varano de’ Melegari, quella dall’Appennino al Grande fiume, il Po, e della bassa in bicicletta di Giovannino Guareschi. Un legame stretto tra la storia di monumenti, la tecnologia e la volontà di persone spinte da una grande motivazione – castellani, imprenditori, guide turistiche, amministratori pubblici - che rendono straordinaria l’identità di questa parte della Food Valley.

Un contesto nel quale si inserisce il tour del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e dell’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, in programma oggi, martedì 31 luglio, e domani, mercoledì 1^ agosto, accompagnati dal presidente dei Castelli del Ducato, Orazio Zanardi Landi, e dal vicepresidente, Francesco Trivelloni.

I numeri del circuito tutti in positivo Castello di Roccabianca  (Pr), Castelli del Ducato

Luoghi suggestivi per un turismo al di fuori dei circuiti tradizionali che in Emilia-Romagna è in grande ascesa, mescolando l’Appennino, che nel 2017 ha visto 2 milioni di presenze (+4,5%) e 500mila arrivi (+3,6%) e luoghi e itinerari che sempre l’anno scorso, riuniti sotto la voce ‘Altre località’, hanno fatto segnare nel complesso la crescita maggiore: 4,6 milioni le presenze, per un +16,3%, e 1,8 milioni gli arrivi, pari al +13,2%.

Un turismo alternativo nel quale la rete dei Castelli del Ducato rientra a pieno titolo, con numeri altrettanto positivi. Il portale Castelli del Ducato nei primi sei mesi del 2018 è cresciuto in termini di visualizzazioni del 5,90% e la sede del Circuito, Rocca Sanvitale di Fontanellato (Pr), ha registrato oltre 2.400 visitatori in più, confermando l’aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno all’incirca del 5%. Il Castello di Fontanellato dal 2015 a oggi ha invece registrato +18,35%

Complessivamente, in questo 2018, tra le pagine più ricercate nel portale www.castellidelducato.it, oltre ai castelli spiccano la pagina ‘mercati e mercatini’ con un +52%; poi ‘itinerari’ +14%, ‘tarocchi del Ducato’ +13%; ‘scuole’ +8% e ‘feste, enogastronomia, tradizioni’ +6,68%, con un +10,11% di ricerche attivate da mobile smartphone.

Castelli del Ducato di Parma, Piacenza, Pontremoli fa da volano. Sul website da oltre 1 milione e mezzo di visualizzazioni verranno presentate anche alcune location strategiche del territorio di Reggio Emilia. I primi a scegliere il driver di promozione turistica Castelli del Ducato saranno il Comune di Quattro Castella con il Castello di Bianello e il Comune di Reggio Emilia con la Sala del Tricolore.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/31 12:52:37 GMT+1 ultima modifica 2018-07-31T12:52:37+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina