giovedì,  7 giugno 2018

Al via a Bologna "Research to Business 2018 ", sfide e temi dell'industria del futuro

Big data, economia circolare, fashion, innovazione sociale fra i temi in discussione al quartiere fieristico il 7 e 8 giugno

R2B 2018 bSono più di 700 gli incontri tra aziende, centri di ricerca e università per creare partnership internazionali e accordi di ricerca e tecnologici, con oltre 197 soggetti provenienti da 22 Paesi. Sono i numeri della 13ma edizione di R2B (Research to Business), salone della ricerca industriale e delle competenze per l’innovazione organizzato dalla Regione Emilia-Romagna e da Aster, in collaborazione con Smau e Bologna Fiere. Big data, economia circolare, fashion, innovazione sociale e competenze per l’industria del futuro sono alcuni dei temi che saranno trattati durante l’evento. Anche quest’anno R2B ospiterà le migliori startup della regione che nell’area espositiva presenteranno progetti e soluzioni innovative. Saranno presentati e premiati i migliori video realizzati da imprese e laboratori su progetti finanziati dal Por Fesr.

Gli eventi

Il convegno d’apertura di R2B (7 giugno, Sala 1 ore 10) sarà incentrato sui temi dell’Industria 4.0, della realtà virtuale e dell’internet delle cose, con la partecipazione, tra gli altri, di Patrizio Bianchi (assessore alla Scuola  e università, ricerca e lavoro della Regione Emilia-Romagna), Palma Costi (assessore alle Attività produttive della Regione Emilia-Romagna), Marina Silverii (direttore operativo di Aster) e la presentazione di progetti di insediamento industriale all’avanguardia sul territorio della regione Emilia-Romagna tra cui Bonfiglioli Group e Eon Reality, società californiana specializzata in realtà virtuale e intelligenza artificiale, che presenterà il progetto per la realizzazione a Casalecchio di Reno (Bo) di un centro digitale interattivo, con investimenti per 24 milioni di euro e un piano di assunzione per 160 persone ed esperienze nazionali come quelle di Ansaldo Energia.

I big data saranno oggetto del convegno Big data 4 smart industries (7 giugno, Sala Networking, ore 14), durante il quale sarà presentata la ricerca “I big data in Emilia-Romagna, tra realtà e potenzialità di sviluppo”, realizzata da Nomisma per conto di Aster. A discutere di come le imprese utilizzano i big data, delle opportunità di lavoro di quali servizi di supporto sono disponibili sul territorio regionale saranno, tra gli altri, Concetta Rau e Lucio Poma (Nomisma), Fabio Fava (Presidente associazione big data e Università di Bologna) e Renzo Giovanni Avesani (gruppo Unipol).

Quali saranno le competenze più adatte ad affrontare la sfida del lavoro nell’industria 4.0? Quelle tecniche o le humanities? Ne parlerà Scott Hartley, venture capitalist americano e autore del best seller “The Fuzzy and the Techie” con rappresentanti del mondo dell’Università, imprenditori (Marina Salamon) e consulenti che presenteranno alcune analisi di scenario, per capire come l’automazione, l’intelligenza artificiale e la robotizzazione dei processi, impatteranno sul capitale umano e sulla sua formazione (Humanities for innovation: al cuore della tecnologia? - 8 giugno, Sala 1, ore 10).

Spazio anche ai risultati dell’intenso lavoro portato avanti all’interno della iniziativa regionale “fashion valley” e riflessioni sulle sfide tecnologiche e non con cui dovrà confrontarsi il settore, con il seminario “L’innovazione nel sistema Fashion: i principali scenari di sviluppo e le competenze di ricerca a supporto delle imprese del territorio” (7 giugno, Sala Networking, ore 16) in cui discuteranno, tra gli altri, Andrea Veroni (Liu jo), Luigi Clivati (Pikkart) e Angela Pavese (networking blogger), e il workshop Fashion e industria 4.0 le start up a supporto dell’innovazione del settore (8 giugno, Arena Rer, ore 13).

A R2B si parlerà anche di economia circolare (7 giugno, Sala 1, ore 14) con, tra gli altri, Aminda Leigh (Amros Media Solutions), Luca Campadello (Ecodom), Alberto Pizzocchero (Centro Materia Rinnovabile) e Antonio Protopapa (Corepla). I relatori discuteranno, in particolare, della spinta innovativa innescata dal “Circular Economy Action Plan” della Commissione Europea.

Chemistry4Innovation (8 giugno, Sala Networking, ore 10) è il convegno durante il quale sarà analizzato il ruolo della chimica al centro del processo di innovazione. Ne parleranno l’assessore Palma Costi, Gianmarco Montanari (Yara), Amida Leigh (Amros Media Solutions) e Filippo Ravoni (Fondazione Eni Enrico Mattei).

Uno spazio importante sarà dedicato alla politica di coesione, avviata trent’anni fa dall’Unione europea per sostenere lo sviluppo e la crescita dei territori. Una politica che oggi equivale a un terzo del bilancio dell’Unione, creata per ridurre le disparità regionali, aumentare il lavoro, aprire nuove prospettive economiche.

Numerosi infine i workshop e seminari che arricchiranno il programma della manifestazione:

#R2B2018

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/06/07 10:05:00 GMT+1 ultima modifica 2018-06-07T10:13:54+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina