Come vengono informati e chiamati i genitori dei bambini da regolarizzare

1)    Invio di una lettera con appuntamento per eseguire le vaccinazioni mancanti (tutte già consegnate)

2)    Qualora i genitori non si presentino a questo appuntamento e non forniscano alcuna giustificazione, invio di una lettera di invito ad un colloquio per fornire ulteriori informazioni sulle vaccinazioni, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno; in tal caso l’appuntamento viene fissato dopo almeno 45 giorni rispetto all’invio, per dare la possibilità ai genitori di ritirare la raccomandata nel limite dei termini previsti e per programmarsi conseguentemente

3)    Qualora i genitori non si presentino al colloquio, oppure si presentino ma non acconsentano all’effettuazione delle vaccinazioni, viene avviata la procedura sanzionatoria, con formale contestazione dell’inadempienza ed invio della lettera di diffida a vaccinare il minore entro 20 giorni. Contestualmente all’invio della lettera di diffida, per i bambini nella fascia 0-6 anni, la contestazione della inadempienza viene comunicata al Servizio Educativo/Scuola per l’infanzia, sia pubblici che privati, frequentati dal minore e questo comporterà la sospensione della frequenza

4)    Irrogazione della sanzione amministrativa in caso di mancata somministrazione della vaccinazione a seguito di diffida.  

Attualmente le Aziende sanitarie sono, per la maggior parte, nella fase invio e gestione delle lettere di invito ai colloqui tramite raccomandata.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/02/08 16:21:42 GMT+2 ultima modifica 2018-02-08T16:21:42+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina