Progetti premiati e menzioni speciali

I due progetti premiati
A ricevere il primo premio è stato il dipartimento di Oncoematologia dell’Ausl di Piacenza. Il progetto scelto da Cittadinanzattiva riguarda la rete oncologica territoriale che porta i professionisti ospedalieri (oncologo ed ematologo) e le terapie vicino a casa del malato, sfruttando l’esistenza di tre ospedali periferici della rete provinciale.
Sul Piacentino è stato aperto anche un punto di cura oncologica in una Casa della salute della fascia collinare, a Bettola. Esso consente quindi ai malati e alle loro famiglie di non dover gravitare sul capoluogo, ma di poter usufruire della presenza di medici e infermieri dedicati a Bobbio (Ospedale di comunità), Castel San Giovanni e Fiorenzuola. Nei tre presidi ospedalieri si svolgono attività ambulatoriali e di day service, comprese chemioterapie e immunoterapia, nonché supporto e palliazione. Si possono eseguire anche importanti esami diagnostici come biopsie multi organo. Nella Casa della salute di Bettola il team oncologo-infermiere svolge un’analoga attività.

Seconda classificata la Ausl di Modena per la app MyAUSL. Uno strumento smart a disposizione dei cittadini che permette, attraverso diverse chat tematiche, di entrare in contatto diretto con i professionisti dell’Azienda per garantire la continuità ininterrotta dei percorsi di assistenza, ma anche per segnalare eventuali difficoltà di accesso e presa in carico. Un servizio altamente personalizzato: MyAUSL consente infatti anche di scaricare referti, terapie anticoagulanti orali, segnalare mancate disdette di prenotazioni e rimanere costantemente aggiornati sui servizi erogati ai cittadini. La app MyAUSL rappresenta un ulteriore tassello del progetto #apertouslmo per l'utilizzo di strumenti digital e social, che ha lo scopo di arricchire il numero di canali a disposizione della comunità e di innovare il modo di comunicare e dialogare con i cittadini.

Le menzioni speciali
Per la categoria ‘Lotta al fumo di tabacco e promozione di stili di vita salutari’ è stato menzionato il progetto “Usa la testa per dire NO: progetto di prevenzione contro fumo, alcol e droghe” dell’Associazione piacentina malato oncologico (Amop), realizzato in collaborazione con l’Oncologia dell’Azienda Usl di Piacenza e rivolto alle classi quinte delle scuole superiori per sensibilizzare gli studenti attraverso incontri interattivi con i professionisti del reparto.

Menzione speciale anche a “Scommetti che smetti?”, iniziativa promossa dall’Azienda Usl di Modena per contrastare la dipendenza dal fumo, che propone un percorso dedicato e operatori che accompagnano passo dopo passo il cittadino nell’abbandono delle sigarette, arricchita dalla collaborazione con numerosi partner del territorio che mettono in palio premi per chi smette di fumare. Un modo ludico e partecipato per scegliere uno stile di vita che preserva il capitale di salute.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/04/12 14:06:00 GMT+2 ultima modifica 2018-04-12T14:11:11+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina