Ferrara

Nella provincia di Ferrara il dato sulla differenziata nel 2017 sale al 68% (7,2% in più rispetto al 2016, il dato di crescita più alto in Emilia-Romagna). Dei 23 Comuni della provincia ben 18 nel 2017 hanno già raggiunto o superato “quota 73%” di raccolta differenziata, l’obiettivo fissato al 2020 dal Piano regionale dei rifiuti. Tutti hanno applicato la tariffazione puntuale.

Il vertice della classifica è in capo a Poggio Renatico con l’84,6%. Seguono Ro (83,9%), Formignana (83,5), Voghiera (82), Bondeno (79,1), Mesola (78,5), Cento (78,4), Codigoro (78), Ostellato (78), Portomaggiore (78), Lagosanto (76,9), Copparo (76,6), Fiscaglia (75,7), Masi Torello (74,9), Tresigallo (74,5), Berra (74,3), Goro (73,7) e Jolanda di Savoia (73).

Tra i Comuni a tariffa puntuale, ma sotto il 73% di differenziata, si trovano Comacchio (63%), Terre del Reno (60,1) e Vigarano Mainarda (46,2).

Due quelli che nel 2017 non l’hanno applicata: Argenta, al 67,5% di separazione dei rifiuti, e la città di Ferrara che ha messo a segno il 63,3% (e dal primo gennaio 2018 è passata a tariffazione puntuale).

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/08/03 21:44:00 GMT+2 ultima modifica 2018-08-03T21:44:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina