Educazione alla sostenibilità

Educazione alla sostenibilità, al via i nuovi progetti di Giocampus

A Parma iniziative nelle scuole sull'educazione motoria, alimentare e ambientale

Percorsi di educazione motoria, alimentare e ambientale messi a punto da un un pool di 110 professionisti con 7.500 alunni di 28 istituti scolastici coinvolti fino ad oggi. Sono i numeri del progetto Giocampus, a cui partecipa anche Arpae fornendo supporto scientifico alle iniziative di educazione alla sostenibilità.

Giocampus è un’alleanza educativa nata a Parma dalla collaborazione tra Università, Cus Parma (Centro sportivo universitario), Ospedale, Ausl, Comune di Parma, Csa Provveditorato agli studi e una rete di aziende locali che promuovono da 20 anni un ampio progetto di attività gratuite per tutte le scuole della città e degli altri Comuni aderenti.

“Da circa 6 anni alla promozione dell'educazione alimentare e motoria si è affiancata, in linea con le direttive mondiali e nazionali, anche l'educazione alla sostenibilità - spiega Giuseppe Boselli di Arpae - e pertanto abbiamo costruito una proposta che integra la matrice della sostenibilità a quella sugli stili di vita  di salute ed alimentazione, in particolare, propone attività e riflessioni sui propri comportamenti quotidiani e su come questi entrano in relazione con i grandi temi della qualità dell'aria, rifiuti, acqua ed energia”.

Il progetto di Arpae quest'anno, in relazione anche all'emergenza Covid, verrà portato in via sperimentale in 3 istituti scolastici di Parma coinvolgendo circa 45 classi per un totale di  circa 1200 studenti. 

L’Agenzia, insieme a Giocampus, Cirea Centro Infeas regionale e Iren, oltre alla progettazione e ideazione dei progetti, curerà il corso di formazione per sei operatori Giocampus che andranno nelle classi.

Per approfondire:

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/10/09 12:30:55 GMT+2 ultima modifica 2020-10-09T12:30:55+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina