Educazione alla sostenibilità

Educare all’Agenda 2030

Si è tenuto l’8 maggio scorso il Seminario congiunto della Task force 2030 e del Gdl Educazione alla sostenibilità di SNPA. Oltre 40 i partecipanti di tutte le agenzie regionali.

Al saluto iniziale di Marcello Mossa Verre - Direttore Arpat Toscana e coordinatore TIC V SNPA - si sono succedute l’introduzione di Anna Luise -  Ispra, coordinatrice Task force 2030 SNPA – quindi le relazioni di Paolo Tamburini – responsabile del CTR Educazione alla sostenibilità ARPAE ER – e Michela Mayer - ricercatrice IASS Italia. Per arrivare infine al confronto tra i rappresentanti delle agenzie che lavorano su strategia 2030 ed educazione moderato da Paolo Cagnoli.

L’incontro ha consentito di condividere competenze, metodologie, strumenti fin qui attivati dai due gruppi di lavoro che operano in modo sinergico e complementare nell’ambito del Programma pluriennale del SNPA, il cui obiettivo fondamentale, dettato dalla Legge 132/2016,  è quello di costruire un sistema nazionale di agenzie che offre servizi omogenei di qualità in un quadro che vede ampliate le tradizionali funzioni di monitoraggio e report ambientali delle agenzie fino al supporto delle strategie e azioni di sostenibilità dei governi nazionali, regionali e locali.

È a partire dall’Agenda 21 del ‘92, passando per il DESS Unesco 2005/14, che l’educazione interpreta e supporta i bisogni educativi delle strategie e azioni di sostenibilità. Oggi gli SDGs e i target di Agenda 2030 tornano a chiedere all’educazione di misurarsi con i concreti processi di sviluppo dei territori. Ed in tal modo l’educazione diventa una ricerca-azione che raccoglie la sfida della ‘sostenibilità come un processo di apprendimento’ ed il suo approccio è trasversale e integrato a tutti gli SDGs (non solo al quarto).

L’educazione alla sostenibilità offre oggi all’Agenda 2030 una chiave di lettura sistemica e integrata della realtà, adatta alla comprensione delle diverse dimensioni dello Sviluppo Sostenibile e in grado di andare oltre la tradizionale e diffusa frammentazione dei saperi e all’eccesso di tecnicismo. Attraverso le metodologie e gli strumenti di apprendimento attivo e trasformativo, EAS fornisce a persone e organizzazioni non solo le conoscenze, ma anche e soprattutto le competenze necessarie alla transizione verso la sostenibilità. 

Materiali scaricabili presentati al seminario 8 maggio:

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/11 10:29:00 GMT+2 ultima modifica 2020-05-11T10:49:34+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina