Educazione alla sostenibilità

Al Circolo Vela Cesenatico si sperimenta un nuovo modo di fare scuola

A lezione di mare tra uscite a vela e incontri con docenti universitari

In questi tempi incerti, è diventato importante investire nella ricerca di nuovi modi di apprendere e di stare insieme. Con questo obiettivo, presso la Scuola Vela del Circolo Vela Cesenatico si sperimentano nuovi percorsi educativi e si creano occasioni speciali, momenti preziosi di approfondimento. 

scuolaVela_300x300.jpegCome quello che nei giorni scorsi ha visto dialogare con i bambini il prof. Oliver Mordenti, docente e ricercatore di Zooculture del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di Bologna. Al centro della piccola lezione magistrale l’anguilla, il suo affascinante ciclo biologico, i pericoli che la minacciano, il ruolo della ricerca e l’importanza della biodiversità. Il prof. Mordenti ha condiviso con gli allievi la sua esperienza di ricerca, le domande scientifiche e le sue preoccupazioni di scienziato proponendo una riflessione alta su temi rilevanti del nostro tempo.

L’incontro ha dato l’avvio a una serie di iniziative del Circolo Vela Cesenatico, che vogliono promuovere una conoscenza più profonda dell’ecosistema marino e competenze di cittadinanza, mediate dall’esperienza motoria a vela.

Ma come funziona questa scuola di vela e di mare? Alle 8.30 del mattino i bambini cominciano ad arrivare, i più piccoli hanno sei anni, i più ‘anziani’ sono adolescenti. Giovani istruttori e istruttrici federali li accolgono. Si chiacchiera, si scherza, si parla di mare. Alle 9 la lezione comincia, rigorosamente all’aria aperta. L’insegnamento teorico è breve, si pongono domande, si discute e poi si va alle imbarcazioni. In questa scuola il metodo è collaborativo. Potrebbe sembrare contraddittorio, ma sostenendosi a vicenda, si impara l’autonomia. La navigazione la si affronta insieme e la conoscenza fluisce attraverso il fare. Al centro vi è l’allievo che, attraverso attività motorie mirate non apprende solo una disciplina sportiva, ma esplora e impara a conoscere a tutto tondo l’ambiente circostante, quello marino, e le sue criticità. A fine mattinata si torna a terra. Il momento di debriefing consente a ciascuno di fissare l’esperienza vissuta, di formalizzare la conoscenza acquisita.

Che cosa resterà di tutto questo alla fine dell’estate? Tanta esperienza, si spera, da riportare in classe. Perché il prossimo anno scolastico porrà tante sfide e forse sarà utile ricordarsi che si può imparare molto anche stando all’aria aperta, che ogni esperienza è fonte di conoscenza e che esplorare il mondo porta alla consapevolezza che il nostro ruolo non è mai neutro e molto possiamo fare per affrontare le criticità che il nostro tempo ci pone.

Per informazioni: 

  • Consulta la pagina web o la pagina Facebook del Circolo Vela Cesenatico
  • Contatta la segreteria del circolo al 370 3652520 o il direttore sportivo al 347 4685045

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/27 09:56:37 GMT+2 ultima modifica 2020-07-27T09:56:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina