Fondazione per le vittime dei reati

Nasce Rete Dafne Italia, Rete Nazionale dei Servizi per l’Assistenza alle Vittime di Reato

Al via un coordinamento nazionale tra i servizi di che offrono sostegno diretto alle persone offese

L’11 luglio 2018 si è costituita l’Associazione Rete Dafne Italia – Rete Nazionale dei Servizi per l’Assistenza alle Vittime di Reato. L’hanno costituita tre associazioni di Torino, Firenze e della Sardegna. Dopo l’estate si terrà la prima assemblea a Verona dove è prevista l’adesione di diversi enti che operano a favore delle vittime di reato in svariate regioni italiane.

In Italia ci sono diversi servizi a tutela di vittime di reati specifici: donne che subiscono violenza, minori maltrattati o abusati, vittime del terrorismo o della criminalità organizzata, dell’usura o del dovere, della strada o di altri fatti illeciti. Rete Dafne Italia si propone di diffondere una cultura della vittima fondata sulla necessità del suo riconoscimento, del diritto alla cura in una prospettiva di giustizia e di riparazione delle offese indipendentemente dal tipo di reato o dalla condizione della vittima stessa.

Rete Dafne Italia vuole offrire un accompagnamento alle vittime reali contro ogni forma di vittimismo nella convinzione che non v’è sicurezza idonea a proteggere le vittime senza la capacità di accogliere il dolore per mutarlo in forza e autodeterminazione. È il risultato di un incontro pubblico-privato e di uno sforzo intelligente e convergente di uffici giudiziari, enti locali, servizi sociali e sanitari e del terzo settore.

La Rete è nata grazie ad alcune fondazioni che hanno sostenuto sia l’istituzione di servizi locali – come la Fondazione Casa di Risparmio di Firenze e il Banco di Sardegna – nonché la rete nazionale, come la Fondazione San Paolo di Torino, che da dieci anni garantisce i servizi torinesi.

Rete Dafne Italia si candida come interlocutore per politiche integrate a tutela delle vittime sia con le istituzioni italiane sia sul piano internazionale, in particolare con Victim Support Europe.

Le figure di riferimento per la rete sono Marcello Maddalena, Presidente onorario, già magistrato e pubblico ministero a Torino e in pensione dal 2015, Marco Bouchard, Presidente della Rete e magistrato a Firenze, e Giovanni Mierolo, Segretario generale di Rete Daphne, psicoanalista, docente universitario e formatore, giudice onorario alla Corte d’Appello di Torino, Sezione per i Minorenni.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/13 12:39:57 GMT+1 ultima modifica 2018-07-13T12:39:57+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina