Fondazione per le vittime dei reati

Storia 2 - Adescata sul web, violentata tra le mura di casa

Parole chiave

Amicizia, dinamiche di gruppo, bullismo femminile, che cosa significa essere popolare per una ragazza adolescente, rischi del web, cyberbullismo, sexting, adescamento in rete, violenza sessuale, dialogo genitori-figli, rapporto insegnanti-studenti

Trama 

Francesca, una ragazzina di 12 anni isolata dalle compagne di classe perché è cicciotella e non ha mai avuto un ragazzo, intreccia una relazione online con M., un maggiorenne interessato a lei, che la ascolta, la lusinga e le chiede fotografie sempre più spinte. L’unico incontro diretto avviene a casa di Francesca mentre i genitori non sono presenti. Lui è in realtà un uomo di mezza età che nell’occasione la costringe sessualmente e scatta ulteriori fotografie.

Francesca, sconvolta, tiene nascosta la cosa con tutti tranne la cugina Alessandra, finché Enrica, zia paterna di Francesca, controlla il cellulare della figlia e viene a conoscenza dell’accaduto. Ne informa i genitori di Francesca, segue la denuncia e l’avvio del processo.

Francesca sa che i compagni e le compagne hanno capito tutto e non vuole più andare a scuola. Girano sul suo conto strane voci. Anche i genitori, Antonia e Pietro, sono in grave difficoltà. Come aiutarli?

Giocare la storia

E' bene che prima di incominciare il conduttore abbia approfondito la storia visionando monologhi teatrali e leggendo le carte personaggio. Per un ripasso dell'ultimo minuto può anche utilizzare la sintesi dei contributi offerti da tutti i personaggi (pdf778.66 KB) (video e carte personaggio)

  1. I giocatori entrano nella dimensione di gioco, diventano il Consiglio Comunale di Castelfiorito e vengono invitati a eleggere il sindaco e il vice sindaco. Apprendono che in città è successo un grave reato doloso su cui sono chiamati a intervenire. Il fatto viene introdotto con un breve video di Carlo Lucarelli - IL VIDEO
  2. Lettura dell'articolo "Adescata sul web, violentata tra le mura di casa" tratto dal quotidiano locale "La voce di Castelfiorito" che offre le prime informazioni sull'accaduto - L'ARTICOLO (pdf151.04 KB)
  3. Avvio dell'istruttoria, lasciando che sia il gruppo a orientarsi tra tutti i personaggi a disposizione: 7 nei monologhi teatrali, 10 nelle carte personaggio. Via via che si procede, chi conduce stimola il gruppo a imbastire un progetto di aiuto per le vittime della violenza (v. sotto). 
  4. Compilazione del modulo per la stesura di un progetto di aiuto da inoltrare alla Fondazione emiliano-romagnola per le vittime di reato - IL MODULO (pdf136.72 KB)
  5. Se si sta giocando per gruppi paralleli, è il momento di rientrare in plenaria 

PERSONAGGI PRINCIPALI (monologhi teatrali)

Antonia - Madre di Francesca
Pietro Incerti - Padre di Francesca 
Fiorella Marchi - Avvocata, difende Francesca e la sua famiglia 
Martina Colli - Psicologa dell'unità di Neuropsichiatria Infantile Az. Usl
Matteo - Compagno di classe di Francesca, segretamente innamorato di lei 
Maurizio Benetti - Associazione di volontariato "Crescere insieme"
Paolo Berveglieri - Assistente sociale del Servizio Minori 

 

PERSONAGGI SECONDARI (carte da scaricare)

Francesca (jpg3.65 MB)– la ragazza vittima di violenza

Alessandra (jpg3.04 MB)– cugina e confidente di Francesca

Pia (jpg3.11 MB)– nonna paterna di Francesca e Alessandra

Enrica (jpg3.15 MB)– zia paterna di Francesca, madre di Alessandra

Fulvio Corsi (jpg3.4 MB) – ispettore della Polizia Postale e delle Comunicazioni

Prof.ssa Vanda Porta (jpg3.1 MB) – insegnante di lettere di Francesca

Katia (jpg3.02 MB)– compagna di classe di Francesca

Prof. Stefano Spallanzani (jpg3.35 MB)– dirigente scolastico della scuola frequentata da Francesca

Carla (jpg3.02 MB)– presso di lei la madre di Francesca lavorava come baby-sitter

Giorgio (jpg3 MB)– ex allievo della prof.ssa Porta

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/02/07 13:31:44 GMT+2 ultima modifica 2022-02-07T13:31:45+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina