Coronavirus: le misure in Emilia-Romagna

Piscine - AGGIORNAMENTO

Protocollo per le piscine (pdf, 984.42 KB)

Aggiornamento al decreto del Presidente della Giunta regionale n. 156 del 4 agosto 2020 (pdf, 123.3 KB)

A parziale modifica ed integrazione del Protocollo per le piscine (pdf, 984.42 KB), le misure ivi previste in merito all’uso delle cuffie sono sostituite con la seguente disposizione: "L’uso della cuffia è disciplinato dal regolamento interno della struttura, sulla base delle motivazioni contenute nell’analisi del rischio
effettuata dal gestore.".

Aggiornamento al decreto del Presidente della Giunta regionale n. 120 del 25 giugno 2020 (pdf, 364.55 KB)

A parziale modifica ed integrazione del Protocollo per le piscine (pdf, 984.42 KB), le misure ivi previste in merito al distanziamento nelle vasche e aree pertinenti nonché nel solarium sono sostituite con la seguente disposizione:

"3. Servizi vasche e aree solarium
Al fine di garantire il corretto distanziamento sociale, occorre definire misure di distanziamento minime nelle vasche e aree pertinenti nonché nel solarium e tra le attrezzature rese disponibili nelle distese, fermo restando che deve in ogni caso essere assicurato il distanziamento interpersonale di almeno un metro, fatta eccezione per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Al fine di garantire il corretto distanziamento sociale ed interpersonale all’interno dell’impianto di piscina, delle vasche, del piano vasca e nelle aree solarium e verdi, ci si deve regolare come segue: 

  • La densità di affollamento nelle aree solarium e verdi è calcolata con un indice di superficie di calpestio a persona coerente con l’indice di densità affollamento in vasca di cui al punto seguente. Il gestore pertanto è tenuto, in ragione delle aree a disposizioni, a calcolare e a gestire le entrate dei frequentatori nell’impianto.
  • La densità di affollamento in vasca è calcolata con un indice di 7 mq di superficie di acqua a persona per le vasche (anche per sezioni) dove le dimensioni, l’allestimento e il regolamento dell’impianto consentono l’attività natatoria; qualora non sia consentita l’attività natatoria, è sufficiente calcolare un indice di 4 mq di superficie di acqua a persona. Il gestore pertanto è tenuto, in ragione delle aree a disposizione, a calcolare e a gestire le entrate dei frequentatori nell’impianto.
  • Relativamente ad attività motorie organizzate in acqua (acquagym, aquabike, etc.) e attività natatoria il distanziamento interpersonale che deve essere assicurato è pari a 2 metri di distanza a persona".

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/07 13:42:00 GMT+2 ultima modifica 2020-08-04T15:28:02+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina