Coronavirus: le misure in Emilia-Romagna

MENSE AZIENDALI

Icona domanda È possibile svolgere attività di mensa aziendale per conto delle proprie aziende clienti all’interno di pubblici esercizi con regolare contratto di mensa o catering continuativo?
 

Le disposizioni di cui all’art. 1 comma 10 lett. gg  e  di cui all’art. 2, comma 4 del DPCM del 14 gennaio 2021 prevedono limitazioni alle attività dei servizi di ristorazione, eccezion fatta, tra le altre, per le mense e per il catering continuativo su base contrattuale, le cui attività potranno pertanto proseguire, a condizione che garantiscano la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e vengano rispettati i protocolli o le linee guida di settore.

Alla luce di quanto rappresentato si ritiene che la deroga di cui sopra sia applicabile ai pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande solo nel caso che abbiano comunque sottoscritto specifici contratti di ristorazione collettiva con le aziende.

Gli esercenti, per agevolare eventuali controlli delle forze dell’ordine, dovranno esibire la  copia dei contratti sottoscritti con le aziende per i quali si svolge il servizio di ristorazione e l’elenco dei nominativi dei dipendenti dell’azienda beneficiari del servizio.

Tale deroga non si applica viceversa ai rapporti instaurati con i singoli titolari di partita IVA o liberi professionisti non essendo configurabile, in questi casi, il connotato indefettibile del servizio mensa o catering ossia il servizio di ristorazione collettiva.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/11/18 14:18:00 GMT+2 ultima modifica 2021-01-30T12:02:58+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina