Consiglio delle Autonomie locali

Deliberazione n. 112/2018/QMIG

La deliberazione concerne la richiesta di parere avanzata dal Comune di Bologna in ordine all’esatta individuazione dell’ambito applicativo dell’art. 4, comma 5-ter del d.l. n. 50 del 2017, con il quale, ai fini dell’imposta di soggiorno, è stato qualificato responsabile del versamento dell’imposta il soggetto che incassa direttamente il canone o il corrispettivo, ovvero l’eventuale intermediario (sia esso esercente l’attività di intermediazione immobiliare o titolare di un portale telematico) quando provvede all’incasso del canone o del corrispettivo dovuto dall’ospite. Le incertezze alle quali dà luogo la formulazione dei citato comma - secondo taluni concernente il solo regime delle locazioni brevi cui specificamente si riferisce l’art. 4 del d.l. n. 50, secondo altri comportante una nuova disciplina del tributo previsto dall’art. 4 del d.lgs. n. 23 del 2011, in forza della quale in via generale il gestore della struttura ricettiva che riscuote dall’ospite l’imposta non riveste più la qualifica di agente contabile ma quella di responsabile dell’imposta – hanno indotto il collegio a sottoporre la questione al Presidente della Corte affinché valuti la possibilità di una pronuncia di orientamento generale ai sensi dell’art. 17, comma 31, del d.l. n. 78 del 2009.

Azioni sul documento

ultima modifica 2018-09-28T19:45:47+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina