Consiglio delle Autonomie locali

Deliberazione n. 155/2017/PAR

relativa alla richiesta di parere della Provincia di Forlì-Cesena (prot. N. 24810 del 28/09/2017), sull'applicazione dell'art. 3, co. 6 del D.L. 95/2012. La deliberazione esamina la richiesta di parere del Presidente della Provincia di Forlì - Cesena riguardante i profili applicativi dell'art. 3, commi 4 e 7 del D.L. n. 95/2012 e successive modifiche, in punto di nuova stipulazione di contratti di locazione passiva di immobili fra Amministrazioni pubbliche ed intesa a conoscere: - se la riduzione del 15% prevista dalle norme richiamate debba sempre essere applicata, o se invece possa ritenersi plausibile un'interpretazione che consenta di non applicare la riduzione sul canone congruito dall'Agenzia del Demanio nei casi in cui non ricorre l'obbligo normativo di attivare tale procedura; - se, nel caso in cui l’Amministrazione decida di chiedere comunque il parere, il canone di locazione possa attestarsi sull'importo congruito dall'Agenzia del Demanio, senza ulteriori abbattimenti, quando questo risulti già inferiore al canone stimato dall'Amministrazione proprietaria, (e quindi già ridotto). Scrutinata favorevolmente l’ammissibilità del quesito la Sezione, nel merito, ha considerato come l’interpretazione letterale della disposizione sopra richiamata, che impone la riduzione dei canoni riferendosi genericamente ai contratti di locazione passiva stipulati dalle Amministrazioni, senza fornire ulteriori precisazioni, ha già portato questa Corte ad affermare che la riduzione in parola debba essere disposta anche nell’ipotesi di locazioni stipulate con altre Amministrazioni pubbliche, anche territoriali, proprietarie dell’immobile locato, conformemente alla deliberazione n.285/2014/PAR della Sezione regionale di controllo per la Lombardia del 15 ottobre 2014, cui si è integralmente riportata anche la conforme deliberazione di questa Sezione n.45/2016/PAR del 3 maggio 2016. Si è quindi ribadito che, allo stato attuale, la riduzione dei canoni corrisposti dalle amministrazioni pubbliche per la locazione di immobili a uso istituzionale imposta dall’art. 3, comma 4, del decreto legge n. 95/2012 trova applicazione, in assenza di una contraria disposizione di legge, anche rispetto a contratti stipulati da enti pubblici con enti territoriali proprietari, confermando che la riduzione del 15 per cento del canone di locazione imposta dall’art.3 è in ogni caso obbligatoria e soggiungendo che rimangono inoltre ininfluenti, rispetto alla sua applicazione, gli atti ed i comportamenti delle Amministrazioni precedenti alla stipula del contratto di locazione.

Azioni sul documento

ultima modifica 2018-02-19T18:31:13+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina