Agenzia di informazione e comunicazione

Cultura e territorio. Una mostra monografica e l’Obelisco monumentale in piazza: Soliera (Mo) fa centro con Arnaldo Pomodoro. Bonaccini: “Orgogliosi di avere qui le opere di un grande artista, l’arte e la sua bellezza per ripartire e ricucire gli strappi che questi mesi hanno causato”

La mostra "Arnaldo Pomodoro. {sur}face" nelle sale del Castello Campori, fino al 10 gennaio, e l’installazione nella piazza di fronte, dove rimarrà per i prossimi tre anni: iniziativa grazie ai fondi della Regione per la rivitalizzazione dei centri storici nei comuni colpiti dal sisma del 2012: 44 milioni di euro, 1,2 milioni al Comune modenese per numerosi progetti. Oggi l’inaugurazione con lo scultore, il presidente della Regione, l’artista e il sindaco, Roberto Solomita

17/10/2020 12:46

Bologna - Una mostra. E l’installazione di un’opera dello scultore Arnaldo Pomodoro per valorizzare la città di Soliera (Mo) e, in particolare, il suo centro storico.

L’esposizione "Arnaldo Pomodoro. {sur}face" è allestita nelle sale del Castello Campori, danneggiato dal sisma e riaperto solo da alcuni anni dopo un importante intervento di restauro, e sarà aperta al pubblico fino al prossimo 10 gennaio. Mentre la scultura monumentale “Obelisco per Cleopatra”, opera dell’artista, è stata installata per l’occasione al centro della piazza Fratelli Sassi (di fronte al Castello) dove rimarrà esposta per tre anni.

L’iniziativa è stata realizzata grazie a finanziamenti della Regione Emilia-Romagna per la rivitalizzazione e la promozione dei centri storici. Misura attuata dopo il terremoto del 2012 per ridare vita a luoghi che rappresentano l’anima delle comunità locali.

L’inaugurazione della mostra si è svolta questa mattina alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, del sindaco di Soliera, Roberto Solomita, di Arnaldo Pomodoro e del curatore della rassegna, Lorenzo Respi.

“Siamo orgogliosi di poter ospitare mostra e installazione di un artista di levatura internazionale come Arnaldo Pomodoro, originario della nostra terra e che con i suoi lavori continua a stupire il mondo- sottolinea il presidente Bonaccini-. Tanto più se ciò avviene a Soliera, colpita dal terribile sisma di otto anni fa, che ha segnato profondamente i luoghi e le persone. Abbiamo investito tanto sulla rivitalizzazione dei centri storici nei comuni del cratere, intercettando il bisogno di artigiani, commercianti, professionisti, botteghe e associazioni che anche grazie al nostro sostegno sono ripartiti nei luoghi più belli e importanti, piazze e strade nel cuore dei cittadini. Dopo aver raddoppiato i fondi per la cultura, mantenuto Parma capitale italiana della cultura anche nel 2021, sostenuto la candidatura di Cesena capitale italiana del libro il prossimo anno, affiancato gli operatori dello spettacolo dal vivo, particolarmente colpiti dalla pandemia, siamo sempre più convinti che la cultura stessa, l’arte e la sua bellezza siano indispensabili per ripartire e ricucire gli strappi che questi mesi hanno causato, valorizzando ancor di più i nostri territori”.

Dopo il sisma, la Regione ha stanziato oltre 44 milioni di euro per la attività di promozione e animazione dei centri storici. Di questi, oltre 1,2 milioni di euro sono andati al Comune di Soliera per la realizzazione di 13 progetti, tra i quali spicca l’allestimento della mostra di Pomodoro. /CL

 In allegato informazioni sulla mostra, sull’obelisco e foto

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/02 19:14:04 GMT+2 ultima modifica 2020-06-29T15:21:41+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina