Agenzia di informazione e comunicazione

Sanità. Specializzazione medici di medicina generale, in Emilia-Romagna raddoppiano i posti: da 80 a 167. Riaperto il bando regionale per l’ammissione al corso 2018-2021, l’assessore Venturi: “Come promesso, ci siamo mossi in tempi rapidissimi per le nuove iscrizioni”

Il via libera dalla Giunta regionale a pochi giorni di distanza dall’accordo raggiunto a Roma in Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Chi non ha ancora fatto domanda, dovrà presentarla entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale, prevista nei prossimi giorni. L’esame entro il 2018

03/10/2018 13:17

Bologna - Tutto pronto, in Emilia-Romagna, per il concorso che permetterà a 167 medici di essere ammessi al corso di formazione specifica in medicina generale per il triennio 2018/2021, che si svolgerà entro la fine dell’anno.

A pochi giorni dall’intesa raggiunta, a Roma, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, la Giunta regionale ha modificato e riaperto i termini del bando, già pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna (n. 309 del 3 ottobre 2018, Parte terza). Una modifica necessaria, perché grazie all’accordo siglato a livello nazionale i posti disponibili sono aumentati e per l’Emilia-Romagna più che raddoppiati rispetto allo scorso anno: si passa infatti da 80 a 167.
I medici interessati a presentare domanda possono farlo, esclusivamente per via telematica, entro le ore 13 del 30esimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, prevista nei prossimi giorni.  

“Avevamo garantito il massimo sforzo per riorganizzarci con il nuovo bando, e così è stato- spiega l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi-. L’intesa raggiunta appena qualche giorno fa a Roma in Commissione salute ha permesso di portare a casa due importanti risultati: lo svolgimento del concorso entro l’anno e un incremento davvero consistente dei posti disponibili. Nel bando precedente, ora modificato, i posti erano 100, grazie alla decisione di finanziare totalmente, con risorse regionali, 5 borse in più rispetto a quelle previste per l’Emilia-Romagna. Adesso i posti disponibili salgono a 167: un numero che ci permette di affrontare con maggiore efficacia il problema del ricambio generazionale dei medici. A partire da quelli, che rivestono un’importanza grandissima, di medicina generale. Per questo- aggiunge l’assessore- oltre ai contributi del Fondo sanitario nazionale, abbiamo destinato risorse aggiuntive della Regione sia per il pagamento delle borse di studio, sia per sostenere le spese connesse alla realizzazione del corso”.

Nessun problema per chi ha già fatto domanda prima del raddoppio delle borse: la Commissione Salute, infatti, ha definito una procedura che permetterà ai complessivi 13.000 medici che si erano già iscritti, di partecipare al concorso senza doversi fare carico di presentare nuovamente la domanda, a meno che i candidati non decidano di presentarla presso una diversa Regione. Anche nel caso dell’Emilia-Romagna, dunque, i candidati già ammessi sulla base del bando precedente non dovranno fare nulla.

Per i medici che devono presentare domanda, la procedura è totalmente informatizzata: occorre pertanto utilizzare la piattaforma web della Regione appositamente realizzata, il cui indirizzo è http://selezionecorsommg.regione.emilia-romagna.it  /EC

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/02 18:14:04 GMT+1 ultima modifica 2018-09-17T15:52:50+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina