Bene confiscato bene liberato

Vista da vicino del 18 novembre 2013

Anno: 2013

Se la mafia non si vede, sono ben visibili i danni che può provocare, ma altrettanto visibile è la lotta che in regione vien fatta contro la criminalità organizzata.
Un approfondimento sul problema delle imprese sotto sequestro per legami con la mafia, che nel 90 per cento dei casi finiscono per chiudere, con evidente danno per i lavoratori, vittime innocenti della stessa legalità, e sulle modalità di affrontarlo e superarlo.
A Cervia, in provincia di Ravenna, e a Pianoro, nel bolognese, per testimoniare come i beni strappati alla mafia vengano restituiti alla cittadinanza, simbolo di una lotta che funziona.
L'intervista alla vice presidente della Regione Emilia-Romagna Simonetta Saliera.

Trascrizione

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante
La mafia c'è ma non si vede, si vede però il male che provoca anche quando viene fermata. Il 90% delle aziende sequestrate alla criminalità organizzata finisce per fallire, lasciando i lavoratori senza lavoro, vittime innocenti della legalità stessa. Servono strumenti e si registra una prima importante vittoria: la raccolta di firme promossa dalla Cgil e sostenuta dalla Regione Emilia-Romagna per far arrivare alle camere un' apposita proposta di legge ha ampiamente raggiunto e superato l'obiettivo e ora la proposta è sul tavolo del parlamento.

Mirto Bassoli – CGIL Emilia-Romagna
Servono strumenti di protezione del lavoro cioè ammortizzatori sociali, servono strumenti sul versante finanziario. La proposta di legge propone che il denaro recuperato alla mafia vada a costituire un fondo che poi possa consentire di aiutare finanziariamente queste aziende che vogliono emergere. C'è un problema di emersione del lavoro nero, vanno incentivate la costituzione di cooperative anche attraverso la formazione, quindi un corpo complesso di proposte che punta ad aggredire questo problema.

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante
Ma la regione è già pronta a rilanciare con un'idea che mira ad anticipare il problema

Simonetta Saliera – Vicepresidente Regione Emilia-Romagna
Un accordo tra le diverse istituzioni e anche con il tribunale, con la procura, per riuscire ad arrivare sul bene impresa prima che possano succedere dei guai e quindi noi chiediamo che attorno ad un tavolo si siedano tutte le istituzioni pubbliche e i sindacati per riuscire a fare delle proposte a sostegno di queste aziende.

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante
La lotta alla mafia è fatta anche di battaglie vinte sul territorio.
Sono venti i beni confiscati in Emilia-Romagna, e per 5 di essi l'intervento della Regione ha fatto sì che i cittadini possano già vedere il bene malato trasformato in bene comune.
Come a Cervia, dove un appartamento sequestrato è ora al servizio di donne in difficoltà

Alessandra Bagnara – Presidente Linea Rosa Ravenna Cervia
È un appartamento che verrà utilizzato per donne sole o con i figli che devono sottrarsi a delle violenze che molto spesso portano, come leggiamo dalle cronache, ai femminicidi e quindi per ricostruire una propria vita, una propria socialità.

Fabiola Gardelli – Assessore Pari Opportunità e Urbanistica Comune di Cervia
L'unirsi di due progetti. Quello regionale che ci consente, con un importante finanziamento di oltre 50.000€, di riportarlo ad una fruibilità piena e dall'altra una partecipazione ad un progetto di gestione di quest'immobile, un progetto finanziato dalle pari opportunità, che ci consentirà di utilizzarlo non più come alloggio di emergenza, ma come casa rifugio.

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante
Ed è notizia molto recente l'approvazione di due nuovi progetti, uno che vedrà la demolizione di una villa sequestrata a Pianoro nel Bolognese per far spazio ad un parco pubblico e una azienda agricola di Forlì strappata alla mafia che, risanata, vedrà sorgere un centro giovanile per la cultura della legalità.

Simonetta Saliera – Vicepresidente Regione Emilia-Romagna
Si può agire per far si che il patrimonio venga riassorbito al pubblico e messo a disposizione quindi da un patrimonio mafioso invece ci sia una ricchezza per l'intera comunità. Si può fare.

Ermanno Muolo – Giornalista voce narrante
Insomma: La mafia c'è ma non si vede.
La lotta alla mafia c'è e si vede.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/11/18 01:00:00 GMT+2 ultima modifica 2018-03-15T18:00:14+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina