Sezioni

Terremoto, la ricostruzione

Più tempo a tutte le imprese per dichiarare la fine lavori e la rendicontazione dei contributi

Il presidente della Regione e Commissario, Stefano Bonaccini, ha firmato una apposita ordinanza che fissa i nuovi termini

Prorogati i termini di fine lavori e la scadenza per la rendicontazione finale dei contributi per tutte le tipologie di imprese, comprese quelle del settore agricoltura, danneggiate dal sisma del 20 e 30 maggio 2012. Per le imprese che abbiano ricevuto il contributo entro il 31 dicembre 2017, il termine di fine lavori viene stabilito al 31 dicembre 2018 e il termine per la presentazione della documentazione di rendicontazione al 29 marzo 2019. Mentre per le imprese che abbiano ricevuto il contributo dall’1 gennaio 2018 gli stessi termini vengono fissati rispettivamente al 30 aprile 2019 e al 31 luglio 2019.

Lo ha stabilito l’ordinanza n. 7 del 24 aprile 2018 (e non 24 febbraioi) firmata oggi, da Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario delegato per la Ricostruzione.
Per rispettare i termini previsti dalla Commissione europea per la concessione dei contributi, in regime di aiuti di Stato, inoltre è stato fissato al 31 maggio 2018 per tutte le imprese il termine per la presentazione di modifiche progettuali che comportino variazione in aumento dei contributi.

L’ordinanza è consultabile sul sito www.regione.emilia-romagna.it/terremoto nella sezione “Atti per la ricostruzione”, e sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna (Burert).
La proroga consentirà ai beneficiari, alla luce delle particolari complessità registrate sul territorio, di completare tutti gli interventi di ricostruzione progettati e finanziati ai sensi dell’ordinanza n. 57/2012 e successive modifiche.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/04/24 15:14:00 GMT+2 ultima modifica 2018-04-24T15:15:14+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?