Dopo il terremoto in Emilia-Romagna

Novi, il Comune rimborsa per le imprese delocalizzate

Sostenuti gli imprenditori per l'acquisto o il noleggio di strutture prefabbricate temporanee o per costi di trasloco

Conclusa l’istruttoria per le imprese che hanno rendicontato le spese sostenute,  il Comune di Novi di Modena ha provveduto al pagamento dei contributi agli imprenditori commerciali che, non avendo potuto partecipare  al bando regionale per la delocalizzazione, hanno sostenuto costi per l'acquisto o il noleggio di strutture prefabbricate temporanee o hanno sopportato costi di trasloco per cambio di sede.

I fondi, disponibili grazie al protocollo d'intesa stipulato tra l’Amministrazione comunale di Novi di Modena e la Provincia di Roma il 20 giugno scorso, ammontano a 120.000 euro e vanno a sostenere le richieste di contributo ammesse, che finora sono 16, per un importo di euro 72.991. “Siamo consapevoli delle enormi difficoltà affrontate per il ripristino e la prosecuzione dell'attività in un contesto profondamente mutato dopo gli eventi dello scorso maggio, pertanto, è stata nostra premura cercare di affrettare il più possibile, dopo la rendicontazione delle spese sostenute,  la successiva fase di liquidazione dei contributi”, spiega il sindaco Luisa Turci.

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/02/2013 — ultima modifica 04/02/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it