Sicurezza nei luoghi di lavoro

Disponibili nuove schede di sentenze riguardanti violazioni contestate nei cantieri edili

Le schede riguardano la responsabilità in caso di infortunio o violazioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

La sezione “Statistiche ed analisi disponibili” è stata aggiornata con nuove schede relative alle seguenti sentenze della Suprema Corte di Cassazione penale

 

  1.Cass.Pen.IV n.  1878/2018

  2.Cass.Pen.IV  n. 4916/2018

  3.Cass.Pen.IV  n.  5477/2018

  4.Cass.Pen.IV  n. 6507/2018

  5.Cass.Pen.III  n. 7009/2018

  6.Cass.Pen.IV  n. 7188/2018

  7.Cass.Pen.III  n. 8028/2018

  8.Cass.Pen.IV n.10395/2018

  9.Cass.Pen.IV n.10544/2018

10.Cass.Pen.III n.14352/2018

 

Le 13 nuove schede riguardano dieci provvedimenti della Suprema Corte Penale depositati nel corso dell’anno 2018.

Si segnalano in particolare tre sentenze, la n.5477, la n.10395 e la n.10544 e la sentenza n.6507, tutte della IV sezione.

Le prime tre sentenze citate, riguardati la materia di subappalto, analizzando i rapporti tra varie imprese, che di norma interagiscono in un cantiere edile; sviscerandone gli intrecci evidenziano come si possa essere contemporaneamente committente, datore di lavoro o altro soggetto con obblighi prevenzionistici.

L’altra pronuncia, sempre afferente la sicurezza in un cantiere edile si occupa anche della figura del “capo cantiere” chiarendo che trattasi di figura assimilata a quella, codificata dal D.lvo 81, del preposto.

Le schede

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/13 10:46:39 GMT+1 ultima modifica 2018-07-13T10:46:39+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina