Sezioni

Sicurezza nei luoghi di lavoro

Il lavoro in quota su fune: motivazioni e valutazioni per una scelta difficile

Enrica Sgaramella, Sergio Pezzoli, Masimo Avosani, Luigi Leccardi, Norberto Canciani, Susanna Cantoni e Nora Vitelli, in Ambiente&Sicurezza, Il sole 24 ore. N. 12 (2013), p. 31-35

Quello dei lavori temporanei in quota è un argomento molto delicato e che prevede l'utilizzo di attrezzature di lavoro idonee a garantire e a mantenere condizioni di sicurezza massime.
Tra le misure di sicurezza, in questo caso, il legislatore ha deciso che in prima battuta bisognerà optare per quelle collettive (ponteggio, piani sopraelevati, piattaforme, ponte su ruote), piuttosto che per quelle individuali (funi, scale).
Viene preso in analisi il caso di una lavorazione di finitura di una facciata presso un edificio in costruzione alto 14 piani. Nel corso dell'attività di controllo, l'ASL aveva rilevato che il committente, volendo eseguire questi lavori mediante fune, aveva giustificato questa scelta dopo una superficiale valutazione dei rischi.
Così sono state date disposizione di adottare diversi tipologie di sollevamento, in quanto le funi non erano idonee alle condizioni, anche perchè non erano stati considerati per nulla né aspetti sanitari, né ergonomici.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?