Sezioni

Semplificazione

Strumenti di valutazione e monitoraggio: AIR e VIR

L'obiettivo è quello di introdurre e migliorare l'attività (preventiva) di analisi di impatto della regolamentazione, nello specifico:

  1. migliorare e sistematicizzare l'analisi tecnico-normativa;
  2. razionalizzare il sistema della valutazione di impatto della regolamentazione e delle clausole valutative.

Gli strumenti di qualità della regolazione adottati dalla Regione sono:

Analisi di impatto della regolamentazione (A.I.R.)

L’analisi di impatto della regolazione consiste nella valutazione preventiva degli effetti di ipotesi di intervento normativo ricadenti sulle attività dei cittadini e delle imprese e sull'organizzazione e sul funzionamento delle pubbliche amministrazioni, mediante comparazione di opzioni alternative. Essa costituisce un supporto alle decisioni dell'organo politico di vertice dell'amministrazione in ordine all'opportunità dell'intervento normativo.

Valutazione di Impatto della Regolamentazione (V.I.R.) e Clausole valutative

La verifica dell’impatto della regolazione (VIR) consiste nella valutazione del raggiungimento delle finalità e nella stima dei costi e degli effetti prodotti da atti normativi sulle attività dei cittadini e delle imprese e sull'organizzazione e sul funzionamento delle pubbliche amministrazioni. La clausola valutativa è uno strumento di valutazione ex post exdelle leggi contenuto in un articolo specifico dell’atto normativo in cui è previsto che periodicamente l’organo esecutivo (il Governo e le Giunte regionali) comunichi all’organo legislativo (Parlamento e Assemblee regionali) le informazioni sui tempi e le modalità di attuazione dell’atto, nonché la valutazione sui suoi effetti.

Analisi tecnico-normativa (A.T.N.)

Mira a verificare l'incidenza della normativa in via di adozione sull'ordinamento giuridico vigente, la compatibilità con l'ordinamento comunitario e gli obblighi internazionali, nonché a verificare la corretta applicazione dei principi in materia di redazione tecnica degli atti normativi (drafting).

Riduzione dello stock normativo

La riduzione dello stock normativo presuppone la valutazione e la scelta dello strumento allo stato attuale più idoneo. Da un punto di vista metodologico, la riduzione postula una preliminare ricognizione di tutta la normativa regionale settore per settore, al fine di individuare per ogni materia le leggi superate o implicitamente abrogate e, tra quelle vigenti, quelle da mantenere e quelle da abrogare.

Azioni sul documento

pubblicato il 2016/01/12 11:30:00 GMT+2 ultima modifica 2018-01-29T11:53:36+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?