Semplificazione

Nucleo tecnico regionale

Il Nucleo tecnico regionale per la semplificazione delle norme e delle procedure è sede di supporto tecnico alle attività del Tavolo permanente regionale e svolge pertanto funzioni di istruttoria, elaborazione e proposta tecnica degli interventi;

Il Nucleo tecnico, attraverso i gruppi tecnici tematici, valuta la fattibilità degli oggetti proposti dal Tavolo permanente regionale e formula proposte di semplificazione.

Atti:
Composizione e modalità organizzative del Nucleo tecnico regionale (d.g.r. 333/2012) (pdf, 246.8 KB)

Costituzione del Nucleo tecnico regionale (det. 7123/2012) (pdf, 159.2 KB)

Integrazione del Nucleo tecnico regionale (det. 10292/2012) (pdf, 134.6 KB)

Aggiornamento e integrazione del Nucleo tecnico regionale (det.  (pdf, 159.8 KB)2356/2014)

 

Funzionamento

I lavori del Nucleo tecnico hanno inizio con il ricevimento dell’elenco dei lavori ritenuti prioritari e redatto dal Tavolo permanente per la semplificazione.

Sulla base di questo elenco i gruppi tecnici tematici in cui si suddivide il Nucleo istruiscono le pratiche di loro competenza per valutarne la fattibilità e formulare le proposte di semplificazione che saranno poi inviate al Tavolo permanente.

 

Composizione

Il Nucleo tecnico è così costituito:

  • il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale con funzioni di coordinamento (coadiuvato dal Direttore Generale con competenze in materia di semplificazione);
  • i dirigenti e funzionari della Direzione Generale Centrale agli Affari Istituzionali e Legislativi della Giunta regionale, con la collaborazione delle Direzioni trasversali competenti in materia di Organizzazione e  Risorse finanziarie;
  • i funzionari regionali ai quali sono state conferite le Posizioni organizzative per la semplificazione;
  • i dirigenti e funzionari degli enti locali individuati su proposta del Consiglio delle autonomie locali e delle Associazioni delle autonomie locali.

Il Nucleo a sua volta lavora per Gruppi tecnici tematici dei quali fanno parte:

  • i dirigenti e funzionari regionali dei settori interessati ai quali sono state conferite le Posizioni organizzative per l semplificazione;
  • i Responsabili dei procedimenti attinenti al tema trattato;
  • i dirigenti e funzionari della Direzione Generale Centrale agli Affari Istituzionali e Legislativi della Giunta regionale;
  • altri dirigenti e funzionari regionali individuati dai settori della Giunta regionale, in relazione al tema  trattato;
  • i funzionari e i dirigenti, responsabili dei procedimenti di competenza degli enti locali, individuati su proposta del Consiglio delle autonomie locali e delle Associazioni delle autonomie locali, in relazione al tema trattato.

     

     

    Art. 4 -Tavolo permanente per la semplificazione e Nucleo tecnico per la semplificazione delle norme e delle procedure

    ...
    4. È istituito, presso il Comitato di direzione di cui all'articolo 35 della legge regionale 26 novembre 2001, n. 43 (Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna), in relazione alle funzioni ad esso attribuite di raccordo e collaborazione tra direzione politica e direzione amministrativa, il Nucleo tecnico per la semplificazione delle norme e delle procedure. Il Nucleo tecnico opera a supporto del Tavolo permanente con funzioni di istruttoria, elaborazione e proposta nella definizione tecnica degli interventi da adottare.
    5. Con provvedimento della Giunta regionale sono definite la composizione e le modalità di funzionamento del Nucleo tecnico di cui al comma 4, secondo criteri atti a garantire la rappresentanza tecnica delle autonomie locali. Al Nucleo tecnico compete, quale suo compito principale, l'elaborazione delle misure di semplificazione previste all'articolo 2. 
    6. La Giunta regionale e l'Assemblea legislativa definiscono le modalità volte a garantire la piena collaborazione tecnica tra le rispettive strutture.

    Azioni sul documento
    Pubblicato il 12/01/2016 — ultima modifica 25/01/2016
    Strumenti personali

    Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

    Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it