Sede di Roma

Infanzia ed adolescenza, percorsi educativi e ripresa della socialità

Confronto Governo-Regioni ed Enti locali sull'organizzazione dei servizi

Le Regioni sollecitano il Governo ad una maggiore attenzione ai temi dell'infanzia, dei giovani e della scuola. Il 29 aprile si è tenuto un incontro tra la ministra della Famiglia, Elena Bonetti, la ministra all'Istruzione, Lucia Azzolina, del lavoro, Nunzia Catalfo, il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, ed una delegazione della Conferenza delle Regioni, costituita dall'Assessore della Regione Toscana, Cristina Grieco, e dalla vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, Elly Shlein. Al centro dell'incontro il tema dell'infanzia e dei luoghi dove bambini e ragazzi possano stare mentre i genitori sono a lavoro, ora che molte attività produttive riapriranno.

Si pensa ad avviare delle sperimentazioni, nel rispetto delle indicazioni di un comitato tecnico-scientifico guida sulle questioni della sicurezza e tutela della salute, in servizi strutturati sui territori, ma anche di garantire bonus alle famiglie con figli minori.

Gli enti locali dell'Emilia-Romagna, insieme ai coordinamenti pedagogici territoriali, al terzo settore e ad esperti in campo educativo e di sanità pubblica, pensano ad attivare una rete di servizi sul territorio con il coinvolgimento di scuole e servizi educativi, terzo settore, associazionismo sportivo e culturale, per offrire una risposta alle necessità delle famiglie in vista dell'estate e della graduale riapertura delle attività produttive.

Attività preferibilmente all'aperto, sanificazione degli ambienti e dei giochi, bambini e ragazzi organizzati in piccoli gruppi con un educatore di riferimento, distribuzione in fasce orarie diversificate per evitare sovraffollamento, triage all'ingresso. Queste alcune proposte presentate lo scorso 28 Aprile dalla Regione Emilia-Romagna alle ministre dell'istruzione e della famiglia, e che saranno messe a disposizione della Conferenza delle Regioni e del Governo.

L'intento è quello di sostenere le famiglie nella gestione dei minori, consentire una migliore conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, ma anche accompagnare la ripresa della socialità dopo la prolungata sospensione dei percorsi educativi.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/04 14:15:00 GMT+2 ultima modifica 2020-05-11T10:13:52+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina