Sede di Roma

Decreto-legge reddito di cittadinanza

Una delegazione della Conferenza delle Regioni e della Pa incontra il Ministro del Lavoro, Di Maio

La Conferenza delle Regioni ha chiesto un incontro urgente al Ministro del lavoro Di Maio per discutere nel merito del decreto-legge reddito di cittadinanza. Il decreto, approvato dal Consiglio dei Ministri dei 17 gennaio 2019, introduce disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni.

La Conferenza delle Regioni nella seduta del 17 gennaio 2019 ha espresso numerose perplessità in merito all'attuazione di quanto previsto avendo preso visione delle bozze in circolazione. Ora, sulla base di un testo definitivo, esprimerà le sue valutazioni.

Le perplessità espresse dalle Regioni riguardano in particolare tempi, modalità personale e risorse da destinare all'attuazione delle misure sulla progettazione delle quali le Regioni non sono state coinvolte. “L’assenza di un confronto preventivo pesa anche perché esistono già importanti esperienze regionali di sostegno al reddito che avrebbero potuto essere tenute in considerazione e che molto probabilmente avrebbero potuto evitare criticità nell’attuazione del provvedimento" ha affermato l'Assessore Grieco, coordinatrice della commissione istruzione lavoro della Conferenza delle Regioni.

In particolare, dunque, si intende affrontare con il Ministro il tema dei flussi di presa in carico, con la previsione di tutor, i cosiddetti navigator, di cui non è chiara né la natura professionale né la gestione. Allo stesso tempo c'è il tema, ancora aperto, dei centri per l'impiego, la loro ristrutturazione e conseguente dotazione tecnologica, oltre che delle risorse umane. Infatti, per le 4000 assunzioni nei centri per l’impiego, come da previsione della legge di bilancio, sono necessari provvedimenti specifici su cui ancora non si è tenuto un confronto.

inoltre si deve decidere come intervenire sulla fase di transizione per evitare fratture tra i nuovi istituti ed i precedenti, che hanno dato buoni risultati in diverse regioni, tra le quali Emilia-Romagna, Puglia e Toscana.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/18 13:35:00 GMT+1 ultima modifica 2019-01-18T15:01:06+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina