Sede di Roma

Programma Adrion

Al via il secondo bando del Programma europeo Adrion che mette a disposizione 35 milioni di euro di fondi europei per progetti

Presentato il secondo bando del Programma europeo Adrion per finanziare progetti sui temi della conservazione sostenibile, della protezione e della promozione del patrimonio naturale e culturale, e per la tutela e il ripristino della biodiversità. Il bando, pubblicato il 26 marzo 2018, rimarrà aperto fino al 26 giugno 2018 e mette a disposizione fondi europei per circa 35 milioni di euro per le proposte di promotori pubblici o privati dei Paesi beneficiari, e cioè le Regioni Adriatico-ioniche di Italia, Slovenia, Croazia, Grecia e - per i Paesi non Eu - Albania, Bosnia Herzegovina, Montenegro, Serbia.

Adrion, acronimo di Adriatico-Ionio, è il programma di cooperazione territoriale europea transnazionale che coinvolge 4 stati membri Ue - Italia, Slovenia, Croazia, Grecia - e 4 Paesi Ipa (cioè in fase di pre-adesione all’Unione europea): Albania, Serbia, Montenegro, Bosnia Erzegovina. Il Programma si propone di supportare la Strategia europea per la regione Adriatico-Ionica (Eusair). Sono quattro gli obiettivi tematici che ci si propone di raggiungere con il coinvolgimento di Regioni di almeno tre Stati: Regione innovativa e intelligente; Regione sostenibile; Regione connessa; una migliore governance per Eusair. 

Adrion è cofinanziato dall'Unione europea con il Fondo europeo di sviluppo regionale-Fesr ed ha una disponibilità finanziaria di 83,467 milioni di euro, oltre a 15,7 milioni di fondi Ipa (strumento finanziario per i Paesi in Pre-Adesione). Sin dal suo avvio ha finanziato 378 progetti con il coinvolgimento di circa 3mila partner di tutti i paesi dell'area.

La Regione Emilia-Romagna, che è anche autorità di gestione del Programma, intende sostenere gli obiettivi delle politiche di Coesione nell'area dei Balcani: "lo sviluppo sostenibile e l’innovazione che possono derivare dai progetti sono fondamentali per costruire reti e alleanze territoriali che guardano al vero spirito europeo di integrazione e cooperazione territoriale" ha affermato l'Assessore regionale al coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, Patrizio Bianchi.

L’Emilia-Romagna è presente con le sue istituzioni ed Università in 16 dei 34 progetti approvati, che hanno riguardato i temi dell'innovazione (5 progetti), turismo sostenibile (3 progetti), protezione dell'ambiente (2 progetti), trasporti e mobilità sostenibile (6 progetti).

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/04/17 15:28:00 GMT+1 ultima modifica 2018-04-17T15:31:56+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina