Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

Mobilità elettrica e industria automobilistica

La Commissione Europea ha presentato in aprile 2010 una “Strategia europea per incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di veicoli puliti ed efficienti sul piano energetico” corredata da un piano d’azione. Per la promozione della mobilità elettrica, in particolare la CE si impegna a:

  • assicurare che i veicoli a propulsione alternativa siano almeno altrettanto sicuri di quelli convenzionali;
  • promuovere norme comuni che consentano a tutti i veicoli elettrici di essere ricaricati ovunque;
  • incoraggiare l'installazione di punti di ricarica pubblicamente accessibili;
  • promuovere lo sviluppo di reti elettriche intelligenti;
  • aggiornare le regole e promuovere la ricerca sul riciclaggio delle batterie.

 

A questa strategia sono seguite diverse iniziative:

  • la presentazione del Piano d'azione CARS 2020 volto a rafforzare la competitività e la sostenibilità dell'industria automobilistica nella prospettiva del 2020 –  del novembre 2012, attraverso iniziative volte a:
    • Promuovere gli investimenti nelle tecnologie avanzate e nell'innovazione in funzione per i veicoli puliti
    • Migliorare le condizioni di mercato, ad esempio:
    • Sostenere l'industria nell'accesso al mercato globale
    • Promuovere gli investimenti nelle competenze e nella formazione

Il Piano d’azione è stato coordinato dal Gruppo di esperti Cars 2020, che è attualmente in fase di revisione e rinnovo per il periodo 2014-2020.

  • la Comunicazione sui carburanti alternativi e direttiva connessa adottata in settembre 2014
  • la Comunicazione per lo sviluppo delle tecnologie per i trasporti –  del novembre 2012 (vd. Sezione Ricerca)
  • l’iniziativa di Public Private Partnership (PPP) sui veicoli Verdi (Green Vehicle Initiative EGVI). Si tratta di un partenariato pubblico-privato (PPP) volto a sostenere la R & S sulle tecnologie e le infrastrutture (non solo sulle autovetture, ma anche su camion, motori a combustione interna, bio-metano uso e la logistica, con un focus particolare rivolto all'elettrificazione della mobilità e del trasporto su strada). Oltre a fornire prestiti, attraverso la Banca Europea per gli Investimenti (BEI), l’EGVI disposizione disporrà di un miliardo di euro per Ricerca e sviluppo, composto da cofinanziamento della CE, l'industria e gli Stati membri. Queste misure sono completate da misure sul lato della domanda, che coinvolgono l'azione di regolamentazione degli Stati membri e dell'UE (es. esenzioni tariffarie) e da risorse derivanti dai programmi di  cofinanziamento UE per la ricerca e sviluppo.

La Commissione ha promosso la creazione di un Osservatorio sulla mobilità elettrica con sede a Bruxelles, con i seguenti compiti:

  • raccogliere e diffondere dati statistici chiave sulla mobilità elettrica in modo coerente
  • analizzare i dati raccolti e i dati di altre fonti
  • sviluppare raccomandazioni politiche


Sempre in ambito di mobilità elettrica, la Piattaforma europea per l’elettrificazione dei trasporti di terra promuove lo sviluppo di collaborazione per i servizi di trasporto multimodale elettrici, tra infrastrutture di ricarica integrate, servizi informativi e servizi di biglietteria, aprendo così la strada elettrificata per il trasporto multimodale. La piattaforma che comprende reti europee e imprese europee ha l’obiettivo di promuovere investimenti nelle infrastrutture per:

  • ferrovie elettrificate
  • elettrificazione dei servizi di trasporto pubblico, compresi metropolitana leggera, metropolitana
  • autobus
  • veicoli a due ruote elettrici

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/07/23 13:45:00 GMT+1 ultima modifica 2015-10-18T17:30:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina