Sede di Bruxelles

Sanità

 

Le politiche della sanità nell’Unione Europea

sanità1

La base giuridica della politica della salute è rappresentata dall'articolo 6 e dal titolo XIV sulla salute pubblica (art. 168) del Trattato sul Funzionamento dell’UE (TFUE). L'Unione ha solo una “competenza di supporto” per svolgere azioni intese a sostenere, coordinare o completare l'azione degli Stati membri in materia di tutela e miglioramento della salute umana.

 

L'azione dell'Unione, che completa le politiche nazionali, si indirizza:

  • al miglioramento della sanità pubblica,
  • alla prevenzione delle malattie e infezioni,
  • all'eliminazione delle fonti di pericolo per la salute fisica e mentale.

 

La politica europea per la salute è stata rafforzata con il Trattato  di Lisbona, entrato in vigore nel 2009. In particolare:

  1. il 'benessere' diventa un nuovo obiettivo dell'Unione europea (art. 3, trattato sull'Unione europea, TUE);
  2. Con il nuovo articolo 168 del TFUE si rafforza la cooperazione e il coordinamento tra gli Stati membri;
  3. l'Unione Europea condivide la competenza con gli Stati membri nel risolvere problemi comuni di sicurezza in materia di sanità pubblica; la UE può quindi introdurre una normativa giuridicamente vincolante che può riguardare ad es. standard di qualità e sicurezza in materia di organi e sostanze di origine umana, del sangue, norme veterinarie e fitosanitarie, standard di qualità e sicurezza dei medicinali e dei dispositivi medici;
  4. l'UE potrà adottare incentivi per la salvaguardia della salute umana, ad es. la cooperazione nella lotta al contagio transfrontaliero, nella protezione della sanità pubblica in relazione al tabacco e all'abuso di alcol;
  5. la Carta dei Diritti Fondamentali diventa giuridicamente vincolante e così il diritto alla prevenzione sanitaria e alle cure mediche viene riconosciuto come un diritto fondamentale.

 

La politica della salute rientra nell’ambito della Strategia Europa 2020, e nelle diverse iniziative faro, tra le quali in particolare l’Unione per l’innovazione (che ha lanciato la Partnership europea per l’invecchiamento attivo), l’agenda digitale europea e la piattaforma contro la povertà.

 

Parole chiave:

 

Link Utili

    Azioni sul documento
    Pubblicato il 23/07/2013 — ultima modifica 27/05/2016
    Strumenti personali

    Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

    Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it