Sezioni

Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

Il quadro normativo e la programmazione nazionale e regionale

Il pacchetto legislativo 2014-2020

Adottato nel dicembre 2013, contiene un regolamento generale contenente le“disposizioni comuni” per i diversi Fondi della politica regionale e dei Fondi per lo sviluppo rurale e per la pesca, chiamati  “fondi strutturali e di investimento europei SIE” e dei regolamenti specifici per fondo:

  1. Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio
  2. Regolamento (UE) n. 1301/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, relativo alFondo europeo di sviluppo regionale e a disposizioni specifiche concernenti l'obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" e che abroga il regolamento (CE) n. 1080/2006
  3. Regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, relativo alFondo sociale europeo e che abroga il regolamento (CE) n. 1081/2006 del Consiglio
  4. Regolamento (UE) n. 1299/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, recante disposizioni specifiche per il sostegno del Fondo europeo di sviluppo regionale all'obiettivo di cooperazione territoriale europea
  5. Regolamento (UE) n. 1302/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, che modifica il regolamento (CE) n. 1082/2006 relativo a un gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT) per quanto concerne il chiarimento, la semplificazione e il miglioramento delle norme in tema di costituzione e di funzionamento di tali gruppi

 

Quadro Strategico Comune

Delinea obiettivi e principi al fine di migliorare il coordinamento ed un uso efficace dei fondi strutturali. I principi generali della nuova politica di coesione 2014-2020 sono:

  • Partnership e governance multi-livello, basato sul Codice di Condotta sul Partenariato
  • Addizionalità
  • Gestione condivisa tra UE e Stati Membri
  • Non-discriminazione e eguaglianza di genere
  • Sviluppo sostenibile

 

Le novità della programmazione 2014-2020

  • Programmazione comune per i fondi della politica regionale, per il Fondo per lo sviluppo rurale e per il Fondo per gli affari marittimi e della pesca.
  • Attenzione rivolta ai risultati
  • Concentrazione tematica obbligatoria delle risorse su pochi obiettivi.
  • Maggiore attenzione alla dimensione territoriale e urbana.
  • Sinergie tra i "fondi strutturali e di investimento europei – fondi SIE" e i fondi a cofinanziamento diretto gestiti dalla CE come il Programma Orizzonte 2020 per la ricerca e l’innovazione, o il Programma Cosme per le PMI.
  • Promozione degli strumenti di ingegneria finanziaria.
  • Condizionalità macroeconomica che potrebbe autorizzare una sospensione o una interruzione degli impegni o dei pagamenti delle risorse strutturali da parte della CE in caso si verifichino una serie di circostanze.

 

L’Accordo di Partenariato dell’Italia, approvato dalla Commissione nell’ottobre 2014, include la strategia nazionale per l’utilizzo dei fondi strutturali, l’indicazione delle risorse, e le modalità di attuazione. I programmi operativi regionali sono stati approvati nel 2014 e sono stati avviati i bandi previsti.

Per saperne di più:

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/07/23 14:45:00 GMT+2 ultima modifica 2016-03-09T18:02:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?