Sede di Bruxelles

La politica di coesione

Politica di coesione nell'Unione Europea

coesione

La politica regionale o politica di coesione dell'Unione Europea si fonda sull'articolo 174-178 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (TFUE) ed ha come obiettivo il rafforzamento della coesione economica, sociale e territoriale e la riduzione delle disparità di sviluppo fra le regioni e gli Stati membri.

I fondi strutturali e di investimento europei (fondi ESI) sono lo strumento principale della politica di coesione europea e sono:

  • Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - FESR;
  • Fondo Sociale Europeo - FSE;
  • Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale (FEASR); 
  • Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP). 

 

I fondi ESI sono spesi sulla base di un sistema di responsabilità condivisa tra la Commissione Europea (CE) e gli stati membri:

  • la Commissione negozia e approva i programmi di sviluppo proposti dagli stati e alloca le risorse;
  • gli stati membri e le regioni gestiscono i programmi, valutano, selezionano e controllano i progetti. La Commissione europea monitora e verifica i sistemi di controllo.


Il pacchetto legislativo 2014-2020 dei fondi ESI è stato approvato il 17 dicembre 2013. L’accordo di Partenariato Italiano è stato approvato dalla Commissione Europea il 29 ottobre 2014. I documenti di programmazione della Regione Emilia-Romagna sono stati approvati nel 2014 dalla Commissione Europea.

 

Parole chiave

 

Link utili

 

 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/07/2013 — ultima modifica 27/05/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it