Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

Tabella di marcia 2050 (low-carbon economy)

L’8 marzo 2011, la Commissione europea ha adottato una tabella di marcia volta a fare dell'Unione europea un'economia competitiva a basse emissioni di carbonio entro il 2050. La tabella di marcia descrive in che modo sarà possibile conseguire, in maniera economicamente sostenibile ed entro tale data, l'obiettivo dell'UE di ridurre le emissioni di gas a effetto serra dell'80-95% rispetto ai livelli del 1990. La tabella di marcia, che si basa su un'analisi costi-benefici, prevede degli orientamenti per politiche settoriali, strategie nazionali e non, e investimenti a lungo termine intesi a ridurre le emissioni di CO2.

La tabella di marcia illustra come raggiungere tale obiettivo in maniera economicamente sostenibile e raccomanda all'Europa di perseguirlo soprattutto attraverso misure proprie, dal momento che entro il 2050 i crediti internazionali per compensare le emissioni saranno molto meno disponibili di quanto non lo siano oggi. Entro tale data, dunque, l'UE dovrebbe ridurre le emissioni dell'80% rispetto ai livelli del 1990 unicamente attuando interventi interni. L'impiego di eventuali crediti contribuirebbe ad andare oltre alla riduzione complessiva di emissioni dell'80%.

Il modello economico globale sul quale si basa la tabella di marcia dimostra che per realizzare riduzioni dell'80% entro il 2050 all'interno dell'Unione europea è necessario che entro il 2030 e il 2040 le emissioni dei gas a effetto serra siano ridotte rispettivamente del 40% e del 60% rispetto ai livelli del 1990. Tutti i settori sono chiamati a contribuire. ammontare complessivamente a 88 miliardi di euro all'anno.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/07/23 14:42:25 GMT+2 ultima modifica 2013-07-23T16:42:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina