Sede di Bruxelles

Le novità della PAC 2014-2020

  • La nuova architettura dei pagamenti diretti: i pagamenti diretti assorbono oggi circa il 74% della spesa per la PAC e rimangono la principale forma di sostegno all’agricoltura anche per il periodo 2014-2020. Essi sono corrisposti direttamente agli agricoltori nell'ambito di precisi regimi di sostegno. La Riforma della PAC individua una nuova architettura di questi finanziamenti. Le componenti obbligatorie per tutti gli stati membri sono il Pagamento di base, il Pagamento “greening” e il Pagamento per giovani agricoltori, mentre ogni singolo stato può aggiungere volontariamente il Pagamento accoppiato e il Pagamento zone soggette a vincoli naturali. Tutti i finanziamenti sono soggetti al principio di condizionalità rispetto alla lotta contro il cambiamento climatico.
  • Programma di Sviluppo Rurale: la programmazione del FEARS,  è stata compresa nel Quadro Strategico Comune con gli altri fondi strutturali. Nei Programmi di Sviluppo Rurale degli Stati membri possono essere inclusi sotto-programmi tematici per rispondere ai bisogni specifici legati a Giovani agricoltori, Aree Montane, Piccole aziende ( +10%) e Filiera corta (+10%)
  • Semplificazione: al fine di migliorare la competitività, creare posti di lavoro e contribuire allo sviluppo delle aree rurali europee. Si tratta di un progetto perseguito al fine di raggiungere obiettivi strategici generali come la protezione dell'ambiente, la sicurezza alimentare, la coesione e la tutela degli interessi finanziari dell'Unione.
  • Greening: Si tratta di una delle principali novità della Pac post-2013, una sorta di componente “ecologica” del nuovo sistema di finanziamento.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/07/2013 — ultima modifica 18/10/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it