Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

Verso la nuova Commissione Europea 2014-2020

Jean-Claude Juncker ha presentato i Commissari da proporre al voto di investitura della seduta plenaria del Parlamento Europeo in Ottobre, conclusa la fase delle audizioni. L'italiana Federica Mogherini nella squadra di Juncker come Alto Rappresentante dell'Unione per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza.

Il 10 settembre il Presidente della Commissione Europea, J-C Juncker, ha presentato i membri della nuova Commissione da sottoporre al voto di investitura della seduta plenaria del Parlamento Europeo (PE) in Ottobre.

Il Presidente ha individuato sette Vicepresidenti che coordineranno e organizzeranno il lavoro degli altri membri attorno a obiettivi ben definiti all’interno di Project team, dove Vicepresidente e commissari sono mutuamente interdipendenti. La composizione dei project teams potrà cambiare a seconda delle nuove iniziative e di nuovi obiettivi che si delineeranno nel tempo.  Il Vicepresidente dovrà approvare le iniziative, anche legislative , di ogni Commissario perché queste arrivino ad essere discusse in sede di Collegio dei Commissari, ma il Vicepresidente può perseguire gli obiettivi compresi nel suo portafoglio solo con il contributo degli altri membri del team. Questo sistema si propone come una nuova modalità d’azione, secondo il Presidente: “più dinamica e collaborativa”.

 

 

Il socialista olandese Frans Timmermans è stato individuato come primo Vicepresidente.  Affiancherà il Presidente e lo sostituirà in caso di assenza. Il mandato ricevuto, relativo alla “Better regulation, Relazioni interistituzionali, Stato di diritto, competenze orizzontali” gli consente ,infatti ,un raggio d’azione molto ampio. Gli altri vicepresidenti sono: la bulgara Kristalina Georgieva al bilancio, la slovena Alenka Bratusek all’unione energetica, il lettone Valdis Dombrovskis all’Euro ed al dialogo sociale e l'estone Andrus Ansip al mercato unico digitale. Il settimo Vicepresidente è Federica Mogherini, con la nomina ad Alto Rappresentante dell'Unione per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza.

I Commissari sono:

  • Vytenis ANDRIUKAITIS (Lituania): Salute e sicurezza alimentare
  • Miguel ARIAS CAÑETE (Spagna): Clima ed Energia
  • Dimitris AVRAMOPOULOS (Grecia): Immigrazione e affari interni
  • Elżbieta BIEŃKOWSKA (Polonia): Mercato interno, industria, imprenditoria e PMI
  • Corina CREŢU (Romania): Politica regionale
  • Johannes HAHN (Austria): Politica europea di vicinato e allargamento
  • Jonathan HILL (Regno Unito): Stabilità finanziaria, servizi finanziari e unione dei mercati dei capitali
  • Phil HOGAN (Irlanda): Agricoltura e sviluppo rurale
  • Vĕra JOUROVÁ (Repubblica ceca): Giustizia, consumatori e uguaglianza di genere
  • Cecilia MALMSTRÖM (Svezia): Commercio
  • Neven MIMICA (Croazia): Cooperazione e sviluppo internazionale
  • Carlos MOEDAS (Portogallo): Ricerca, scienza e innovazione
  • Pierre MOSCOVICI (Francia): Affari economici e finanziari, tassazione e unione doganale
  • Tibor NAVRACSICS (Ungheria): Educazione, cultura, gioventù e cittadinanza
  • Günther OETTINGER (Germania): Economia e società digitale
  • Maroš ŠEFČOVIČ (Slovacchia): Trasporti e spazio
  • Christos STYLIANIDES (Cipro): Aiuti umanitari e gestione delle crisi
  • Marianne THYSSEN (Belgio): Occupazione, affari sociali, competenze e mobilità lavorativa
  • Karmenu VELLA (Malta): Ambiente, affari marittimi e pesca
  • Margrethe VESTAGER (Danimarca): Concorrenza

 

Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, lavorerà a stretto contatto con gli altri Commissari e coordinerà i lavori dei Commissari per la Politica di Vicinato e Allargamento, Commercio, Cooperazione Internazionale e Sviluppo, Aiuti Umanitari e Gestione delle Crisi.

 

La nuova Commissione Europea ha una dimensione politica fortemente accentuata. La maggioranza dei membri designati proviene del Partito Popolare Europeo.

  • Affiliazione politica – 14 Commissari sono del Partito Popolare Europeo, 8 del Partito Socialista Europeo, 5 dell’Alleanza dei Democratici e dei Liberali Europei, 1 del Partito dei Conservatori e Riformisti Europeo
  • Background dei Commissari: la squadra si compone di cinque ex Primi Ministri, quattro vice-Primi Ministri, diciannove ex Ministri, sette Commissari riconfermati, otto ex membri del Parlamento Europeo.
  • Legittimazione democratica: un terzo dei Commissari ha partecipato alla campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
  • Questione di genere: Sono 9 le donne e 19 i maschi, 3 le vicepresidenti donne e 7 i vicepresidenti uomini. Il PE aveva posto come condizione per l’approvazione che le donne fossero in numero superiore alla Commissione Barroso II che ne contava ugualmente 9.

 

Principali novità:

  • Il ruolo del primo Vicepresidente. Oltre ad essere una sorta di “braccio destro” del Presidente, avrà l’incarico di occuparsi di una “migliore regolamentazione” e potrà così supervisionare ogni proposta e verificare che gli obiettivi da raggiungere non siano meglio perseguibili a livello nazionale. Il Vicepresidente vigilerà sul rispetto dei principi contenuti nella Carta dei Diritti fondamentali dell’UE e del Rule of law.
  • Il nuovo portafoglio che comprende Mercato interno, industria, imprenditoria e PMI è proiettato verso il rilancio dell’economia reale. Per la prima volta esiste un riferimento esplicito alle PMI.
  • Il portafoglio Affari Economici e Finanziari, tassazione e unione doganale contribuirà a far sì che l’unione doganale e la tassazione diventino parte integrante di un’Unione Economica e Monetaria approfondita e autentica.
  • Le politiche per i consumatori sono ora affidate ad un unico Commissario e non più scorporate in più portafogli. La competenza del Commissario riguarda anche Giustizia e Uguaglianza di genere.
  • Previsto un Commissario specifico per l’Immigrazione per rafforzare la lotta contro l’immigrazione illegale a livello europeo e per far sì che l’Europa diventi una meta attrattiva per giovani talenti.
  • Molti portafogli sono stati rimodellati. Ambiente, Affari marittimi e Pesca sono stati accorpati nella logica del perseguimento di una crescita “blu” e “verde” e di un futuro sostenibile.  Stessa logica per il Commissario per il Clima e l’Energia che lavorerà a stretto contatto con quello all’Industria nel project team “Energy Union”.
  • Il portafoglio Politica di Vicinato e Allargamento pone l’attenzione sul proseguimento dei negoziati per il processo di allargamento, anche se nelle linee guida del nuovo Presidente della Commissione è specificato che non saranno previste nuove adesioni all’Ue nei prossimi 5 anni.
  • Il nuovo Commissario con Portafoglio per la stabilità finanziaria, servizi finanziari e unione dei mercati dei capitali farà in modo che la Commissione Europea rimanga attiva e vigile nell’implementazione delle nuove regole di supervisione e di risoluzione per le banche.

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/09/15 18:55:00 GMT+2 ultima modifica 2014-09-15T20:56:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina