Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

APPROFONDIMENTO - Il Quadro Finanziario Pluriennale 2014-2020

Il Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) è lo strumento attraverso il quale l’Unione Europea fissa, in relazione a tutte le aree di spesa, il massimale degli stanziamenti per un arco temporale di sette anni. In esso è compresa anche la previsione finanziaria per annualità. Il prossimo QFP copre il periodo 2014-2020. Il bilancio pluriennale dell’Unione Europea è stato adottato dal Consiglio dell’UE all’unanimità lo scorso 2 dicembre, dopo aver ottenuto il consenso del Parlamento Europeo il 19 novembre.

 

L’Iter di approvazione del Bilancio UE 2014-2020 

Il QFP 2014-2020 definisce l’ammontare dei diversi programmi UE per i vari settori di attività. Il QFP è quindi approvato prima dell’approvazione dei circa 70 atti normativi relativi ai programmi settoriali di cofinanziamento diretto. 

Il negoziato di approvazione del QFP 2014-2020 ha visto le seguenti tappe principali:

  • 29 giugno 2011: La Commissione Europea ha proposto un QFP di 1.025 miliardi di euro (1,05% del Pil), poi rivisto nel luglio 2012 scorso a 1.033 miliardi (pari all'1,08% del Pil Ue) in vista dell'adesione della Croazia (parte 1, parte 2)
  • 8 febbraio 2013: trovato l’accordo tra gli stati membri durante il Consiglio Europeo (conclusioni del Consiglio Europeo di Febbraio). Volume complessivo:  960mld di euro in impegni finanziari e 908mld in pagamenti (prezzi del 2011).
  • Plenaria di Marzo 2013: Il Parlamento Europeo (PE) rifiuta l’Accordo raggiunto dal Consiglio Europeo (risoluzione del 13 marzo) e approva una risoluzione nella quale chiede una serie di modifiche al testo. Il consiglio non accetta comunque modifiche alle singole voci del bilancio.
  • Marzo/Giugno 2013: si tengono incontri per avvicinare le posizione di PE e Consiglio, tra i rappresentanti delle tre  istituzioni coinvolte: il Commissario Janusz Lewandowski, il Ministro degli Esteri irlandese (presidente di turno dell’UE) Eamon Gilmore ed il negoziatore capo del Parlamento Europeo Alain Lamassoure. Tali negoziati si dichiarano chiusi il 19 Giugno 2013 con l’annuncio del raggiungimento di un compromesso tra le tre istituzioni.
  • 4 luglio 2013: i principali gruppi politici del PE rifiutano i termini del compromesso, ma danno un approvazione di massima durante la sessione plenaria, pur chiedendo l’introduzione di maggiore flessibilità nell’implementazione delle politiche e nei pagamenti, trasparenza, l’inclusione di “strumenti specifici” per far fronte alle crisi e alle emergenze e per rilanciare l’economia e l’occupazione (in particolare quella giovanile), nonché l’individuazione di una revisione intermedia nel 2016. Ulteriori richieste del PE sono relative all’approvazione dei bilanci annuali dell’UE per il 2013 e il 2014.
  • 19 novembre: il Parlamento Europeo approva il pacchetto legislativo che comprende il regolamento generale sul QFP e l’accordo interistituzionale. Nella medesima sessione plenaria vengono approvati i regolamenti relativi alla politica di coesione, alla politica agricola comune, alle reti transeuropee dei trasporti, alla ricerca e innovazione, ai programmi per  l’istruzione, formazione, politiche sociali, cittadinanza. Ulteriori programmi tematici relativi alla giustizia, alla pesca, alle relazioni esterne sono stati approvati dal PE nella sessione plenaria di dicembre 2013.  
  • 2 dicembre 2013: il Consiglio Competitività approva in via definitiva il regolamento sul QFP

 

Le voci del Quadro Finanziario Pluriennale 2014-2020

Voce di Bilancio

Budget

Comprende

1. Crescita intelligente e inclusiva

450.763€

 

1a. Competitività per la crescita e l'occupazione

125.614€

  • Orizzonte 2020 per la ricerca e l’innovazione
  • COSME per la competitività e le PMI
  • Erasmus per tutti
  • Programma per l’Occupazione e per l’innovazione Sociale (EASI)
  • Meccanismo per Collegare l’Europa (CEF)

1b. Coesione economica, sociale e territoriale

325.149€

  • Investimenti per la crescita e occupazione" (313, 197 miliardi €)
  • Risorse per l’obiettivo della cooperazione territoriale europea  (8 948 milioni €)       

2. Crescita sostenibile: risorse naturali

373.179€

  • Programma per l’ambiente LIFE
  • i fondi per la politica agricola comune (PAC)
  • Fondo Europeo di Sviluppo Rurale
  • Fondo Europeo Marittimo e per la Pesca

3. Sicurezza e cittadinanza

15.686€

  • Programma  per la giustizia
  • Fondo per la migrazione e asilo,
  • Programma giustizia
  • Programma Europa per i cittadini Programma per la salute
  • Programma per i diritti e cittadinanza,
  • Programma Europa Creativa
  • Programma per i consumatori
  • Programma per la Protezione civile

4. Ruolo mondiale dell'Europa

58.704€

  • Programmi di cooperazione esterna dell’UE (cooperazione economica e industriale)
  • Programmi per i paesi dell’area dell’allargamento e del vicinato, allo sviluppo, supporto alla democratizzazione
  • Programmi di emergenza per fronteggiare le crisi umanitarie, disastri naturali e cambiamento climatico

5. Amministrazione

61.629€

 

6. Compensazioni

27€

 

Totale stanziamenti d'impegno

959.988€

in percentuale dell'RNL 1.00% 

Totale stanziamenti di pagamento

908.400€

in percentuale dell'RNL 0.95% 

Riserva per aiuti d'urgenza

1960

 

Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione

1050

 

Fondo di solidarietà

3500

 

Strumento di flessibilità

3300

 

FES

26.984

 

Totale strumenti finanziati al di fuori del QFP

36.794€

in percentuale dell'RNL 0.4%

Totale QFP + strumenti finanziati al di fuori del QFP

996.782€

in percentuale dell'RNL 1.04% 

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/01/15 16:29:53 GMT+1 ultima modifica 2014-04-04T16:56:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina