Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

APPROFONDIMENTO - Il programma di lavoro della Commissione per il 2014

La Commissione Europea ha pubblicato il programma di lavoro per il prossimo anno. Tra le priorità ancora una volta sono presenti gli obiettivi di crescita e occupazione, con particolare attenzione alla lotta contro la disoccupazione giovanile e alle misure per agevolare l’accesso ai finanziamenti.


Il programma di lavoro è il documento con il quale la Commissione traduce in pratica le priorità politiche che vengono definite annualmente dal suo Presidente. Lo scopo principale della sua pubblicazione è permettere gli attori che interagiscono con la Commissione di pianificare la propria attività in relazione a questo piano. Le iniziative individuate sono corredate da valutazioni d'impatto contenute nella “tabella di marcia” che i servizi della Commissione producono nell’ambito della programmazione del lavoro annuale.

Nel 2013, le principali priorità individuate dalla Commissione sono:

  • creare le giuste basi verso un’autentica unione economica e monetaria
  • promuovere la competitività attraverso il mercato unico e la politica industriale
  • collegare per competere e costruire oggi le reti di domani
  • intensificare la crescita per l'occupazione: integrazione ed eccellenza
  • usare le risorse dell'Europa per competere meglio
  • costruire un'Europa sicura
  • far sentire il nostro peso: l'Europa sulla scena mondiale.

La Commissione ha adottato lo scorso 22 Ottobre il programma di lavoro per il 2014. Le priorità fissate per questo anno, che vedrà anche l’insediamento della nuova Commissione in Autunno, sono:

 

  • completare l’unione bancaria e sviluppare una vera propria unione economica e monetaria
  • accrescere gli investimenti, promuovere l’occupazione e l’inclusione sociale e lottare contro la disoccupazione giovanile attraverso il sistema di garanzia per i giovani
  • rafforzare la competitività con un mercato unico pienamente integrato nei settori delle telecomunicazioni, dell’energia e dei trasporti e diffondere su vasta scala i servizi digitali per modernizzare le pubbliche amministrazioni
  • collegare l’Europa iniziative in settori quali le ferrovie, gli aeroporti, la gestione del traffico aereo e le attività portuali offriranno nuove opportunità e aumenteranno la competitività
  • proteggere i cittadini dell’UE rafforzare la cooperazione tra i paesi e promuovere l’applicazione delle norme dell’UE sarà essenziale per combattere la criminalità, la corruzione e la minaccia del terrorismo e garantire il rispetto dei diritti fondamentali
  • affrontare le sfide mondiali attraverso la cooperazione con i paesi vicini e i partner strategici e rafforzare il ruolo dell’UE nel mondo come principale donatore di aiuti allo sviluppo.

 

Verrà  proposta nuova base giuridica guardante l’adesione dell’UE alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo, la riforma dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode, la gestione delle crisi degli istituti finanziari diversi dalle banche e la politica dell’UE in materia di rifiuti.

La Commissione presenterà nel complesso 29 iniziative, la maggior parte delle quali prevede un riesame delle attuali norme dell’UE. Le restanti iniziative riguardano, tra l'altro, la modernizzazione delle norme sugli aiuti di Stato, la politica industriale e il completamento del mercato unico.

“Il 2014 sarà un anno di risultati e di attuazione", ha dichiarato il Presidente Barroso. "E solo attraverso un'azione decisa e inflessibile che saremo in grado di mostrare ai cittadini e alle imprese europee  che si può guardare al futuro con fiducia.”

 

Per saperne di più:

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/11/06 18:00:54 GMT+2 ultima modifica 2014-04-04T17:56:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina