Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

Il piano di lavoro della Commissione Europea per il 2015

I membri della Commissione Juncker hanno adottato il programma di attività per il prossimo anno. Si tratta di 23 iniziative per perseguire obiettivi di crescita, occupazione e investimenti.

Il primo programma annuale adottato dalla nuova Commissione espone le 23 iniziative che si è impegnata politicamente a realizzare nel 2015. Ognuna di esse è finalizzata al raggiungimento degli obiettivi di crescita, occupazione ed investimenti ed è in linea con le dieci priorità dell'agenda Juncker.

Il piano di lavoro si articola in tre parti.

Nuove iniziative:

  • Piano di investimenti per l’Europa, dando seguito legislativo a quanto annunciato il mese scorso e creando le condizioni per investimenti pubblici e privati per almeno 315 miliardi di euro nei prossimi tre anni;
  • Mercato unico digitale, con la creazione di un’economia e una società digitali dinamiche attraverso l’integrazione del quadro normativo sulle telecomunicazioni, la modernizzazione delle norme sui diritti d’autore, la semplificazione delle norme che disciplinano gli acquisti in linea ed il rafforzamento della sicurezza informatica.
  • Unione europea dell’energia, con i primi passi verso la garanzia dell’approvvigionamento energetico, l’integrazione dei mercati nazionali dell’energia, la riduzione della domanda energetica europea e la "decarbonizzazione" del mix energetico;
  • Maggiore equità fiscale, con un piano d’azione per la lotta all’evasione e alla frode fiscali, contenente misure a livello UE  e la previsione dello scambio automatico di informazioni di ruling fiscali e della stabilizzazione delle basi imponibili dell’imposta sulle società;
  • Agenda europea in materia di migrazione, perchè l’UE si affermi come attrattiva per i talenti stranieri e vengano favorite una maggiore cooperazione con i paesi terzi, la solidarietà tra gli Stati membri e il contrasto alla tratta degli esseri umani;
  • Unione economica e monetaria per promuovere la stabilità economica e attrarre gli investitori verso l’Europa.

Per saperne di più:



"Cutting Red Tape" - l'alleggerimento della burocrazia:

Il programma della nuova Commissione si basa sul principio della smart regulation per rendere il diritto dell'UE più leggero, più semplice e meno costoso. REFIT - il programma di controllo dell'adeguatezza e dell'efficacia della regolamentazione della CE comprende misure per rendere la legislazione dell’UE più semplice e ridurre i costi della regolamentazione, contribuendo in tal modo a creare un contesto normativo chiaro, stabile e prevedibile per sostenere la crescita e l’occupazione. Le azioni comprese in questo piano rientreranno nelle attività previste per il 2014.

"Clearing the decks" -  80 iniziative ancora pendenti saranno eliminate o modificate:
Alcune proposte legislative, che risultano al momento ancora pendenti, verranno modificate trovando nuove modalità per il raggiungimento degli obiettivi previsti o saranno eliminate.

Per saperne di più:

Le iniziative che saranno modificate o eliminate


Azioni sul documento

pubblicato il 2014/12/19 15:05:11 GMT+1 ultima modifica 2014-12-19T16:05:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina