Delegazione presso l'UE: sede di Bruxelles

2018 - Anno Europeo del Patrimonio Culturale

Il 2018 è l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale: istituito con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il patrimonio culturale europeo comune in tutte le sue forme - materiali, immateriali, naturali e digitali - e il suo contributo all’economia e alla società europee, l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale è stato lanciato il 7 dicembre 2017 a Milano, in occasione del Forum europeo della cultura.

Attraverso una serie di iniziative e di manifestazioni in tutta Europa, i cittadini possono conoscere più a fondo il loro patrimonio culturale, al fine di scoprire e rafforzare il senso di appartenenza a un comune spazio europeo, conservarlo e trasmetterlo alle generazioni future, dando un contributo alla costruzione del futuro dell’Europa.


Cos’è il patrimonio culturale?

Il patrimonio culturale non è costituito semplicemente da monumenti, musei, palazzi storici o siti archeologici. Non comprende solo gli edifici nelle nostre città, ma anche i libri che leggiamo, il cibo e le tradizioni culinarie, i film che guardiamo, sino ad arrivare alle arti, alla musica, ai mestieri tradizionali e ai paesaggi naturali.


Cosa accade nel 2018?

L’Anno Europeo del Patrimonio Culturale si svolge attraverso iniziative a livello europeo, nazionale, regionale e locale. Ciascuno Stato membro ha nominato un coordinatore nazionale per gestire l’Anno e coordinare eventi e progetti a livello locale, regionale e nazionale. Per l’Italia, il coordinatore è il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

I principali attori del settore culturale e le organizzazioni della società civile sono strettamente coinvolti nelle attività dell’anno. A livello UE, la Commissione, il Parlamento e il Consiglio dell’Unione europea, il Comitato delle regioni e il Comitato economico e sociale europeo, organizzano eventi e attività.

L’Unione Europea si occupa inoltre di finanziare i progetti dell’anno del patrimonio culturale. Sono stati stanziati fondi nell'ambito del Programma Europa Creativa e progetti nel settore del patrimonio culturale verranno anche finanziati mediante altri programmi, tra cui Erasmus+, Europe for Citizens, Horizon 2020, e altri.


Cosa accadrà dopo il 2018?

Per assicurare che l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale  apporti vantaggi ai cittadini in una prospettiva di lungo periodo, la Commissione, in collaborazione con il Consiglio d’Europa, l’Unesco e altri partner, gestirà dieci iniziative europee, ovvero dei progetti a lungo termine che rispondono ai principi di partecipazione, sostenibilità, protezione e innovazione, con il fine di contribuire a un cambiamento nella modalità di fruizione, tutela e promozione del patrimonio culturale.


Anno europeo del patrimonio culturale 2018

IL LOGO

 EYCH 2018

IL MOTTO

"Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro"

PERIODO

Gennaio-Dicembre 2018

SITO WEB

https://europa.eu/cultural-heritage/european-year-cultural-heritage_it

Per saperne di più:

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/06/27 12:55:56 GMT+2 ultima modifica 2018-06-27T12:55:56+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina