Stefano Bonaccini

Presidente della Regione Emilia-Romagna

Apertura della settimana di protagonismo dell'Emilia-Romagna a Expo Milano 2015

I temi proposti dall’Esposizione Universale di Milano 2015 e la visibilità di cui l’evento nel suo insieme godrà, consentono la promozione di molteplici aspetti dell’economia e della cultura emiliano-romagnola, che comprendono: l’agricoltura e la trasformazione industriale dei prodotti, lo sviluppo tecnologico connesso a questi settori, la sostenibilità ambientale, la valorizzazione culturale dei territori.

L’Expo rappresenterà una vetrina particolarmente prestigiosa anche per la promozione del turismo e della cultura, per supportare la proiezione internazionale del sistema produttivo e fieristico regionale. Ad Expo Milano 2015, che deve quindi essere il grande evento che aiuti a far conoscere l’Emilia-Romagna capitale mondiale del cibo, la Regione ha scelto di concentrare l’attenzione sul tema della food safety intesa come capacità del sistema agroindustriale regionale di garantire il valore del cibo prodotto e consumato attraverso una complessa strategia pluriennale.

Un sistema integrato di leggi e disciplinari, controlli, ricerca, innovazione, tecnologie, formazione, modalità di produzione, trasformazione e distribuzione che pongono il consumatore al centro di ogni decisione. Il sistema è tale da garantire la distintività, la salubrità, la sostenibilità ambientale e la qualità di ogni alimento prodotto in Emilia-Romagna, dalla materia prima coltivata, alla sua trasformazione artigianale e industriale, dalla conservazione, imballaggio e trasporto, alla immissione nel mercato.

Tale disegno strategico sarà presentato a Expo Milano 2015 come contributo dell’Emilia-Romagna alla soluzione dei problemi globali e messo a disposizione dell’umanità con l’obiettivo di soddisfare i bisogni e le necessità dell’uomo in modo sostenibile, massimizzando il risultato e minimizzando l’impiego delle risorse naturali. A questo scopo è stato identificato lo slogan “Food for life Food for mind”, che richiama non solo la disponibilità e la qualità della propria produzione, ma ci ricorda come il tema del cibo si sia attraverso i secoli sedimentato nei nostri territori come una sfida culturale continua, che coinvolge le abitudini, i gusti, la formazione, la ricerca, l’innovazione attraverso un processo di arricchimento continuo.

Per raggiungere questi obiettivi abbiamo cercato di portare l’Emilia-Romagna all’Expo ma anche l’Expo in Emilia-Romagna attraverso diverse iniziative e progettualità. A Milano saremo presenti in modo particolare valorizzando le eccellenze dei nostri territori nello spazio Piazzetta sul Cardo dal 1 Agosto al 31 Ottobre dove si alterneranno 30 progetti
 di qualità legati ai temi di Expo e presentando una serie di iniziative di carattere culturale e scientifico in occasione
della settimana di protagonismo dal 18 al 24 settembre
 2015 all’interno di Padiglione Italia, tra le quali si distingue il “World Food & Innovation Forum” che si pone l’obiettivo di costruire in Emilia-Romagna, per l’Italia e l’Unione Europea,
 una piattaforma internazionale consolidata permanente, la 
vera legacy oltre Expo, che partendo dalla ricerca nel settore alimentare nella sua accezione più ampia e sicurezza degli alimenti, rappresenti un asset strategico per la competitività delle imprese e delle filiere produttive sui mercati mondiali.

In Emilia-Romagna abbiamo invece puntato su due importanti progetti strategici di incoming, soprattutto internazionale, per la valorizzazione del nostro territorio dal punto di vista turistico, attraverso il nuovo brand “Via Emilia – Experience the Italian Lifestyle”, dove l’antica strada romana con oltre 2200 anni di storia diventa fil rouge per unire e comunicare le eccellenze dell’Emilia Romagna, ma anche per la promozione del nostro tessuto produttivo e scientifico-tecnologico con il programma “Imprese a Porte Aperte – Demo Farms & Demo Factories” che mira a buyer, giornalisti e ricercatori provenienti dai principali mercati mondiali per tour guidati all’interno delle oltre 600 aziende che hanno aderito e che sono rappresentative di tutte le filiere di eccellenza della nostra Regione.

Expo Milano 2015 Un’occasione unica che ci dovrà permettere di presentare ad un pubblico mai così vasto le nostre principali capacità: il saper fare e il fare insieme, il saper costantemente innovare, l’apertura al mondo intero sia per le opportunità offerte, sia per contribuire alla soluzione dei problemi.
 Sono grandi sfide. Ma sono anche sfide irrinunciabili se veramente vogliamo costruire uno sviluppo di qualità, che 
sia pienamente sostenibile, non solo da un punto di vista ambientale, ma, vorrei sottolinearlo, anche sociale. Prepariamoci dunque a Expo, ma guardando oltre Expo e lavorando insieme – istituzioni, mondo produttivo e forze sociali – per uno sviluppo equo e solidale.

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/09/2015 — ultima modifica 17/09/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it