Le strategie

Le Aziende sanitarie dovranno identificare il Responsabile Unico Aziendale (RUA): sarà garante della corretta gestione delle liste di attesa, fermo restando la responsabilità complessiva del Direttore sanitario. Il RUA si occuperà anche di controllare la correttezza della relazione fra attività libero professionale e attività istituzionale, e del rapporto fra interventi urgenti e programmati.

La gestione delle prenotazioni sarà totalmente informatizzata e i criteri di priorità per l’accesso verranno definiti in modo chiaro e coerente. Le procedure informatiche dovranno inoltre assicurare in tempo reale l’alimentazione completa e omogenea dell’archivio informatico SIGLA (Sistema Integrato Gestione Liste di Attesa; portale regionale); operazione, questa, che consentirà il rispetto degli obiettivi di programmazione e il monitoraggio non solo, come avviene ora, dei tempi di attesa di chi si è già sottoposto all’intervento, ma anche di chi sta ancora aspettando.

Come per le prestazioni ambulatoriali, anche per i ricoveri programmati gli aspetti relativi all’appropriatezza assumono un rilievo prioritario: si persegue l’obiettivo di “standardizzare” il percorso del paziente e di raggiungere elevati livelli di appropriatezza, organizzativa e clinica.

Per ottimizzare la gestione delle liste, sarà rilevante anche l’utilizzo delle sale operatorie, tramite l’integrazione delle procedure di prenotazione con quelle di programmazione delle attività chirurgiche, programmazione che dovrà tenere conto dei pazienti in attesa, sfruttando - dove necessario - la potenzialità offerta dal pieno utilizzo delle sale stesse.

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/03/2017 — ultima modifica 14/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it