giovedì,  17 ottobre 2019

Welfare, in Emilia-Romagna una delegazione svedese del Västerbotten per un confronto sulle migliori pratiche

L'incontro a Bologna con la consigliera regionale Roberta Mori. Tra i temi trattati le politiche di genere, anziani e integrazione

A confronto le migliori pratiche di welfare dell’Emilia-Romagna e della regione svedese Västerbotten, con l’obiettivo di conoscere le reciproche attività messe in campo in questi anni e valutare possibili collaborazioni future. Con questo intento una delegazione del Västerbotten, tra cui il presidente della Giunta Peter Olofsson, Rickard Carstedt e i rappresentanti dei Comuni, è stata ricevuta, questa mattina a Bologna in Regione.

Delegazione svedeseAd accogliere gli esponenti politici è stata la consigliera regionale e presidente della Commissione per la Parità e per i diritti delle persone, Roberta Mori, che ha illustrato gli interventi messi in campo durante la legislatura, con particolare riferimento alle politiche di genere. Tra i temi toccati anche quelli relativi alle nuove soluzioni di supporto alla popolazione anziana e all’integrazione.

Dopo la mattinata in viale Aldo Moro la delegazione svedese ha visitato la struttura di recupero dalle dipendenze “La Rupe” di Sasso Marconi (Bo).

In passato, l'Emilia-Romagna ha collaborato con la regione svedese Vastra Gotaland. Il rapporto è nato nel 2004 con la rete Sern (Sweden Emilia-Romagna Network) della quale Roberta Mori è stata presidente dal 2009 al 2013. Dai contatti sono nati rapporti istituzionali che si sono concretizzati con la firma dell'accordo Ery (European region for youth) sulle politiche giovanili nel 2007 e 2010 insieme ad altre otto regioni europee.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/17 14:04:00 GMT+1 ultima modifica 2019-10-17T15:42:49+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina