sabato,  30 novembre 2019

Sanità, nuove sale operatorie per l’ospedale di Pavullo (Mo). Dalla Regione 1,4 milioni di euro di finanziamento

Il presidente Bonaccini taglia il nastro della nuova area chirurgica: "Confermati i nostri investimenti sugli ospedali della montagna, l'Appennino è nostra priorità"

Inaugurazione sale operatorie ospedale Pavullo con Bonaccini, 30/11/2019Nuovi ambienti, luminosi, tecnologicamente avanzati, sicuri. Stamani il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha tagliato il nastro delle sale operatorie dell’ospedale di Pavullo nel Frignano, 748 mq dedicati alle attività chirurgiche completamente ristrutturati per offrire ai cittadini dell’Appennino modenese spazi più funzionali – comprese nuove e più ampie aree di servizio per gli operatori – e nuove attrezzature biomediche.

Accanto al presidente, il direttore generale dell’Azienda Usl di Modena, Antonio Brambilla, il sindaco di Pavullo, Luciano Biolchini, e il direttore del Distretto sanitario Carlo Serantoni; presenti anche i tecnici e i professionisti sanitari Ausl che hanno illustrato nel dettaglio l’intervento, durato 17 mesi.

Prosegue dunque il progetto, condiviso con la Regione e gli enti locali, per il potenziamento dell’ospedale di Pavullo, pienamente inserito tra le realtà più moderne nella rete ospedaliera della Provincia di Modena, grazie a sale caratterizzate da alta efficienza e alte performance, elevati standard di sicurezza operativa e tecnologie in grado di assicurare al meglio lo svolgimento dell'attività chirurgica.

L’investimento complessivo per la realizzazione delle due sale operatorie e degli ambienti di supporto è di 1 milione 800mila euro, di cui 1milione 400mila finanziati con fondo della Regione Emilia-Romagna (ex art. 20 L. 67/88) e 400mila da fondi Ausl. Quanto ad arredi e attrezzature – per un valore complessivo di circa 200mila euro – l’Ausl ha previsto anche l’acquisto di nuove strumentazioni, in particolare un sistema per trasportare in sicurezza il paziente dentro il comparto operatorio, e PC medicali che faciliteranno l’utilizzo degli applicativi sanitari direttamente in sala operatoria, oltre al rinnovo di tutti gli arredi tecnici.

Attualmente le sale sono chiuse per consentire di terminare i lavori effettuando i necessari collaudi; la ripresa delle attività è prevista per il 7 gennaio, mentre il 28 dicembre è in programma un Open Day per i cittadini con la visita guidata ai nuovi ambienti.

 Al termine dell’inaugurazione delle sale operatorie, il presidente Bonaccini e i sindaci presenti hanno potuto vedere da vicino l’andamento del cantiere per il nuovo Pronto soccorso in via di realizzazione. L’intervento complessivo, del valore di 2 milioni 800mila euro (più 400mila euro aggiuntivi per arredi e attrezzature), comprende la trasformazione completa degli ambienti con l’adeguamento alle normative su sicurezza ed impianti, e soprattutto nuovi spazi e nuovi percorsi per rispondere all’obiettivo di ridurre i tempi di permanenza in Pronto soccorso.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/30 16:16:42 GMT+1 ultima modifica 2019-11-30T16:16:42+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina