sabato,  9 novembre 2019

Inaugurato il nuovo Pronto soccorso dell'Ospedale degli Infermi di Faenza (Ra)

Il presidente Bonaccini: "Uno specifico Piano regionale per migliorare ulteriormente la qualità dei servizi dei Pronto soccorso dell’Emilia-Romagna"

Inaugurazione Pronto soccorso Faenza - 2 - 09/11/2019Ha inaugurato oggi il nuovo Pronto soccorso dell'Ospedale degli Infermi di Faenza, il punto di riferimento del Distretto composto da sei Comuni e che conta una popolazione residente di 88.964 persone.

La cerimonia del taglio del nastro si è tenuta alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini e del sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi. Erano inoltre presenti il direttore generale dell'Ausl Romagna, Marcello Tonini, il direttore medico del presidio, Davide Tellarini, il direttore del reparto, Raffaella Francesconi, il direttore del servizio Attività tecniche, Enrico Sabatini.

L’Ospedale è dotato di 221 posti letto di degenza  ordinaria, 6 di day surgery e 5 di day hospital, distribuiti nell’area intensivologica (Rianimazione, Medicina d’Urgenza, UTIC), area medica (Medicina Interna, Geriatria, Neurologia, Cardiologia, Lungodegenza e Post-Acuti a gestione infermieristica, Oncologia DH, Pediatria DH) e area chirurgica (Chirurgia generale, Urologia, ORL, Ortopedia, Chirurgia Sistema Nervoso Periferico, Oculistica, Ostetricia e Ginecologia).

L’intervento edilizioInaugurazione Pronto soccorso Faenza - 3 - 09/11/2019

L’intervento nel suo complesso ha previsto la realizzazione, in fasi successive, di due lavorazioni principali: la prima costituito da un collegamento verticale, destinato tra l’altro a diventare l’ingresso principale del nosocomio, la seconda per la realizzazione del Nuovo Pronto Soccorso di Faenza. A questi due interventi si affiancano opere propedeutiche e di completamento quali l’abbassamento della centrale frigorifera dell’Ospedale, per permettere la creazione del piazzale per gli spazi di manovra necessari alla nuova camera calda, il trasferimento delle attività presenti al piano terra della palazzina, la creazione della nuova viabilità dedicata ai mezzi di emergenza con separazione dei flussi veicolari afferenti al nosocomio, la ristrutturazione dell’area esterna in prossimità del nuovo Pronto soccorso.

I lavori hanno riguardato complessivamente 2.962 metri quadri coperti (1.332 costruiti ex novo e 1.630 ristrutturati) e 7.780 metri quadri si spazi esterni (3.380 di nuova viabilità e 4.000 di manutenzione straordinaria viabilità, parcheggi ed altre aree esterne). Sono iniziati nel maggio 2014, e due anni dopo si è dovuto procedere ad una variante dovuta a ritrovamenti archeologici e cambiamenti normativi. Successivamente, nel luglio 2017, la ditta affidataria ha comunicato di aver depositato pratiche per procedura di concordato, che ha ulteriormente spostato la data di fine lavori fino al momento attuale.

Il Pronto soccorso

Nel corso del 2018 il Pronto soccorso di Faenza (Dipartimento di Emergenza Accettazione di primo livello) ha preso in carico 38.423 pazienti. Di questi, 4.291 hanno usufruito di un fast track pediatrico e 2.246 di un fast track ostetrico – ginecologico. Dati pressoché stabili anche per i primi 9 mesi dell’anno in corso, come emerge dalla tabella sotto riportata. Il 13,2% degli accessi esita in ricovero ospedaliero, nel 2018 sono state 2.191 le osservazioni brevi intensive e 872 i ricoveri in Medicina d’urgenza.

Il reparto dispone di 17 medici più il primario, 37 infermieri e 19 oss più 2 coordinatori infermieristici. L’equipe medica, stabile nel tempo, è composta di professionisti con elevata esperienza professionale in particolare nella gestione del paziente critico; l’equipe infermieristica si contraddistingue per essere giovane e motivata.

Grazie alla nuova struttura saranno potenziati i percorsi fast track ed i percorsi già in essere dedicati a particolari problematiche (violenza di genere, paziente fragile, paziente psichiatrico) con separazione dei flussi dei pazienti, maggior chiarezza nel percorso e riservatezza. La zona  di visita e di osservazione sarà separata dalla zona  sala di attesa permettendo una  maggior riservatezza e tranquillità ai pazienti e miglior qualità del lavoro per gli operatori. Saranno migliorati anche  i percorsi verso i reparti di degenza nell’ottica delle indicazioni della Delibera regionale 2019 sull’accesso in emergenza. Inoltre, sarà potenziato il personale in particolare nella fascia notturna.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/09 17:14:00 GMT+1 ultima modifica 2019-11-10T10:29:56+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina