giovedì,  21 marzo 2019

Inaugurata a Sassuolo (Mo) la Casa della Salute: nuovi spazi e nuovi servizi per i cittadini

Salgono a 12 quelle presenti in provincia di Modena, altre 6 apriranno nel prossimo triennio grazie ad investimento di oltre 27 milioni di euro

Inaugurazione Casa Salute Sassuolo Bonaccini 21 marzo 2019 bisI cittadini di Sassuolo, nel modenese, possono contare su un nuovo “Orizzonte di salute”. È questo l’evocativo nome scelto di concerto da Associazioni di volontariato e Azienda Usl di Modena per la nuova Casa della Salute di Sassuolo, inaugurata oggi in via Cairoli 19.

Il taglio del nastro si è svolto con il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, il sindaco di Sassuolo, Claudio Pistoni, la direttrice del distretto, Federica Ronchetti, e il direttore generale dell’Azienda Usl Massimo Annicchiarico. Assieme a loro, le tante Associazioni che collaborano con l’Azienda sanitaria nell’offrire accompagnamento e assistenza ai cittadini del distretto.

Oggetto di diversi interventi che negli anni hanno permesso di rinnovare completamente la struttura, la Casa della Salute di Sassuolo diventa oggi il punto di riferimento principale per le cure territoriali, con una doppia vocazione: da un lato andare incontro al crescente bisogno dettato dalle cronicità nell’adulto, dall’altro rappresentare uno snodo nella rete dei servizi dedicati a bambini e famiglie nelle delicate fasi di infanzia e adolescenza.

Luogo di incontro e integrazione tra diverse professionalità che interagiscono per soddisfare i bisogni, sempre più complessi e articolati, di diverse fasce di popolazione, la Casa della salute favorisce e sostiene il coinvolgimento attivo del cittadino,  chiamato a costruire insieme all’Azienda l’offerta dei servizi sanitari e sociali  ed i percorsi di prevenzione, cura e promozione di sani stili di vita.

Uno spazio di rilievo è riservato alle Associazioni di volontariato del Distretto ceramico - presenti all’iniziativa con i propri stand - cui sono stati messi a disposizione spazi dedicati all’interno della struttura. Prezioso, infatti, è il loro supporto alle attività di promozione della salute, accoglienza, accompagnamento e presa in carico dei cittadini. La giornata ha visto anche la consegna all’Azienda sanitaria di una “pedana baropodometrica” donata dall’associazione Star Bene, a disposizione dei pazienti diabetici assistiti sul Distretto di Sassuolo.

Servizi e percorsi di cura

Elemento centrale e innovativo per la struttura sarà, infatti, anche la presenza dei medici di medicina generale, che collaboreranno ai numerosi Percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali già attivati, come quello per le cure palliative, le demenze e i disturbi cognitivi nell’area cronicità (seguiti a breve da quello per il Diabete mellito di tipo II), alcuni dei quali illustrati nell’occasione ai cittadini. Anche i servizi già presenti, dal Consultorio familiare alla Pediatria di Comunità, dalle Dipendenze patologiche all’Assistenza domiciliare, passando per Punto unico di accesso socio-sanitario, Ambulatorio infermieristico, Ambulatorio cure palliative, Centro disturbi cognitivi - solo per citarne alcuni - sono stati riorganizzati in veri e propri Percorsi di cura per una migliore assistenza, e in futuro sarà valutata la possibilità di ospitarne altri.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/21 17:44:21 GMT+2 ultima modifica 2019-03-21T17:44:21+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina