sabato,  9 marzo 2019

A Montecreto (Mo) la consegna di un set di moderne attrezzature per il soccorso alpino finanziato dalla Regione

Bonaccini: "Turismo e sport linfa vitale, fondamentale la sicurezza di chi sceglie il nostro Appennino”

Bonaccini consegna strutture soccorso alpino Montecreto Modena febbraio 2019Operazione sicurezza sulle piste da sci e sui sentieri escursionistici alle pendici del Monte Cimone. A Montecreto (Mo), località di villeggiatura che insieme a Sestola, Fanano e Riolunato fa parte del più grande comprensorio sciistico dell’Appennino tosco-emiliano, la consegna oggi al locale Soccorso alpino di un set completo di attrezzature per il recupero e trasporto in condizioni di massima sicurezza di feriti in caso di incidenti sulle piste innevate o blocco degli impianti di risalita a causa di guasti improvvisi.

Un equipaggiamento all’avanguardia costituito da una speciale barella di ultima generazione in materiale ultraleggero e 8 sacche contenenti tutto l’occorrente (corde, imbracature, moschettoni, ecc.) per permettere agli operatori di intervenire con grande efficienza e rapidità in qualsiasi situazione e condizione meteo.

Una dotazione tecnologica del valore complessivo di circa 20 mila euro, costo interamente coperto da un finanziamento erogato in base alla legge regionale n. 17/2002 sugli interventi per la qualificazione delle stazioni invernali e del sistema sciistico dell’Emilia-Romagna, acquistata dal Comune di Montecreto e concessa in uso al Soccorso alpino del comprensorio del Cimone, sulla base di un’apposita convenzione.

La cerimonia di consegna dell’equipaggiamento si è svolta nel pomeriggio in Piazza dei Martiri d’Ungheria, alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e del sindaco del Comune dell’Appennino modenese, Leandro Bonucchi.

Il nuovo equipaggiamento messo a disposizione dei volontari del Soccorso alpino consentirà di intervenire con la massima efficienza e rapidità per recuperare e trasportare sciatori vittime di incidenti sulle piste del comprensorio del Cimone o anche semplici escursionisti colti da infortunio. Non solo: le sacche contengono tutti i materiali (imbragature, corde, moschettoni, ecc.) per soccorrere ed evacuare eventualmente le persone rimaste sospese in aria per il fermo improvviso di un impianto di risalita, dovuto a un guasto irreparabile.

La consegna delle nuove attrezzature s’inquadra nel rafforzamento della collaborazione tra Soccorso Alpino e Comuni del comprensorio del monte Cimone per interventi di questo tipo; collaborazione che ha portato a mettere a disposizione dell’organizzazione di volontari alcuni immobili adibiti al parcheggio di mezzi usati nelle operazioni. Come nel caso di Montecreto, dove nel periodo estivo viene utilizzato a questo scopo un locale dell’Associazione volontari assistenza pubblica (Avap).

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/09 16:13:51 GMT+1 ultima modifica 2019-03-09T16:13:51+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina