lunedì,  3 giugno 2019

Ricostruzione, a Correggio riapre al culto la Basilica di S.Quirino. Dalla Regione contributo di oltre 858mila euro

Conclusi i lavori di restauro della chiesa dopo i danni del sisma 2012. Solenne celebrazione il 4 giugno per la festa del santo patrono

Basilica San Quirino CoreggioRiapre al culto la monumentale Basilica di San Quirino a Correggio. Chiusa per ragioni di sicurezza all’indomani del sisma che aveva danneggiato anche la torre civica adiacente alla facciata, la chiesa arcipretale di Correggio scrigno di arte che dal Rinascimento giunge fino alla contemporaneità con pregevoli opere di pittura e scultura, riapre dopo un complesso intervento di consolidamento strutturale che ha restituito all’edificio condizioni di agibilità.

Gli interventi, finanziati con le risorse messe a disposizione dal commissario delegato alla Ricostruzione, hanno avuto un costo complessivo di con costo di oltre 858 mila euro mentre sono state messo in campo dalla Parrocchia le somme necessarie al restauro pittorico, condotto dalla ditta Athaena di Reggio Emilia, che ha eseguito anche il restauro degli arredi lignei del presbiterio opera per la quale la parrocchia aveva ottenuto un finanziamento con risorse erogate dai fondi 8x1000 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Contestualmente la parrocchia ha intrapreso lavori, che hanno recuperato tanto l’apparato decorativo ottocentesco che impreziosisce l’interno, come i pregevoli intagli lignei della cassa dell’organo e del coro absidale. I lavori sono frutto di una feconda sinergia tra le istituzioni preposte tra cui l’ufficio per i beni culturali della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla che ha operato in qualità di stazione appaltante ma anche le strutture periferiche del ministero per i Beni culturali, chiamati a vigilare sulla qualità della progettazione e dell’esecuzione dei lavori a salvaguardia delle valenze materiali e storiche dei monumenti antichi.

 

Grazie alle risorse stanziate dal commissario alla Ricostruzione sono già stati realizzati interventi alle chiese parrocchiali di S. Prospero di Correggio e di Mandrio dove già nelle prossime settimane si impianterà nuovamente un cantiere per il 2° stralcio di opere. Il prossimo anno, invece, partiranno i lavori presso le chiese di Mandriolo, Lemizzone e S. Biagio. Nel Capoluogo sarà oggetto di intervento anche il complesso monastico di Santa Chiara con previsione di inizio lavori nel settembre 2020. Infine, si opererà per il recupero strutturale la chiesa della Madonna della Misericordia, già messa in sicurezza nei mesi immediatamente successivi il sisma.

 

Il consolidamento di San Quirino a Correggio è parte di un intenso lavoro messo a punto sull’area del “cratere” messo a punto dalla Diocesi. A distanza di 7 anni dall’evento sismico delle oltre 70 chiese danneggiate, e rese in gran parte inagibili, circa 30 edifici sono stati restituiti alla pubblica fruizione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/06/03 15:03:35 GMT+2 ultima modifica 2019-06-03T15:03:35+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina