I progetti finanziati nel 2018 per ogni provincia

Politiche per la sicurezza delle città: nel 2018 16 accordi di programma per la sicurezza urbana e la prevenzione della criminalità e del disordine diffuso. Dalla Regione Emilia-Romagna 1.042.656 euro per i progetti di 13 Comuni e 3 Unioni

Ecco il dettaglio dei progetti finanziati provincia per provincia

Provincia di Bologna

In provincia di Bologna viene realizzato 1 progetto, finanziato dalla Regione con circa 100 mila euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 17 progetti con 746 mila euro.

  • Comune di Bologna - progetto “In tutte le direzioni. Scegliere la strada tra le vie di periferia”

Il progetto prevede interventi di prevenzione integrata, di riqualificazione e rigenerazione urbana nel Quartiere San Donato-San Vitale e riguarda l’installazione di dispositivi di videosorveglianza nell’area verde della Croce del Biacco e nella zona del giardino Pioppeto Mattei; azioni educative per giovani e giovanissimi; attività inclusive di mediazione culturale, interculturale e intergenerazionale rivolte ai cittadini, con la realizzazione di eventi informativi, aggregativi e laboratoriali.

Il costo totale del progetto è di 143.000 euro e la Regione assicura un contributo di 100.100 euro.

Provincia di Modena

In provincia di Modena sono realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione con 245 mila euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 16 progetti con oltre 883 mila euro.

  • Comune di Modena - progetto “Co-progettare e co-gestire la sicurezza in aree degradate – 2”.

Il progetto prevede l’integrazione di interventi di prevenzione sociale e ambientale, in particolare: la riqualificazione e rigenerazione urbana partecipata nel Quartiere 2 di Modena, con attenzione alla zona Crocetta; azioni di animazione e presidio sociale del territorio, anche attraverso la promozione di forme di cittadinanza attiva; la sperimentazione di modelli innovativi per la gestione di aree caratterizzate da disordine e insicurezza urbana, valorizzando la partecipazione e il protagonismo dei cittadini singoli e organizzati; la promozione di interventi educativi e formativi per la prevenzione della devianza nelle scuole del Quartiere 2.

Il costo totale del progetto è di 303.000 euro e la Regione assicura un contributo di 132.000 euro.

  • Comune di Formigine (MO) - progetto “Area ex piscina di Formigine - dal degrado urbano alla riqualificazione di servizio della cittadinanza”.

Il progetto prevede la riqualificazione ambientale dell’area degradata dell’ex piscina comunale di Formigine mediante la demolizione delle vasche e delle pavimentazioni, la sistemazione del terreno e del verde nonché della recinzione e l’attivazione di un percorso di animazione, presidio e rigenerazione sociale dell’area.

Il costo totale del progetto è di 86.620 euro e la Regione assicura un contributo di 60.500 euro.

  • Unione Terre di Castelli (MO) - progetto “Tecnologia e controllo di comunità: una sinergia integrata – fase II”.

Il progetto si pone in continuità con quello dell’anno precedente e prevede l’attivazione di 12 nuovi varchi del sistema di videosorveglianza con un sistema di lettura delle targhe lungo il perimetro dell'Unione e le relative postazioni video per garantire una copertura ottimale del territorio. Vengono inoltre realizzati opuscoli illustrativi per far conoscere ai cittadini le misure di prevenzione promosse dall’amministrazione e che saranno diffusi anche in incontri pubblici dedicati.

Il costo totale del progetto è di 75.152 euro e la Regione assicura un contributo di 52.500 euro.

Provincia di Reggio Emilia

In provincia di Reggio Emilia viene realizzato 1 progetto, finanziato dalla Regione con 94 mila euro. Dal 2014 sono stati finanziati 11 progetti con poco più di 589 mila euro.

  • Comune di Reggio Emilia - “Ricostruzione Civica / Doppio Binario

Il progetto prevede una serie di interventi di prevenzione integrata e in particolare: l’introduzione di nuove figure professionali (il mediatore di comunità) per promuovere la cittadinanza attiva e il “Controllo di Comunità”; il potenziamento del sistema di videosorveglianza nelle aree coperte dal progetto “Controllo di Comunità” con l’attivazione di telecamere con sistema di lettura targhe OCR in grado di monitorare i transiti e fornire informazioni utili sia per le attività di carattere investigativo che repressivo; la riqualificazione e rigenerazione urbana del Parco delle Paulonie e dell’area del Binario 49 nella zona della stazione ferroviaria; il rafforzamento della prevenzione comunitaria mediante il sostegno a gruppi di vicinato.

Il costo totale del progetto è di 160.000 euro e la Regione assicura un contributo di 94.000 euro.

Provincia di Parma

In provincia di Parma sono realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione con poco più di 104 mila euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 8 progetti con oltre 358 mila euro.

  • Comune di Salsomaggiore Terme - progetto “Una Città più sicura”.

Il progetto prevede l’attivazione del sistema di videosorveglianza mediante telecamere con lettura targhe OCR posizionate lungo il perimetro degli accessi alla città per monitorare i transiti e fornire informazioni utili sia per le attività di carattere investigativo che repressivo. Inoltre, viene rafforzata la rete di “Controllo di Vicinato”, anche con l’organizzazione di incontri pubblici dedicati, tra cittadini e forze di polizia presenti sul territorio.

Il costo totale del progetto è stato di 63.380 euro e la Regione ha assicurato un contributo di 38 mila euro.

  • Comune di Fornovo di Taro - progetto “Riqualificazione urbana dell’area della stazione ferroviaria (locale ex Polfer)”.

Il progetto è fondato su interventi di prevenzione integrata nella stazione ferroviaria di Fornovo di Taro e nelle aree limitrofe. In particolare, è prevista la riqualificazione strutturale e il recupero ambientale e sociale della zona; sono garantiti il potenziamento dell’illuminazione esterna e l’attivazione di un sistema di telecamere di videosorveglianza. La riqualificazione viene inoltre accompagnata da interventi di mediazione e presidio sociale del territorio. Contestualmente nei locali ex Polfer della stazione viene allestita la nuova centrale operativa del Servizio intercomunale di Polizia locale della Bassa Val Taro.

Il costo totale del progetto è di 66 mila euro e la Regione ha assicurato un contributo di 46.200 euro.

  • Unione Pedemontana Parmense - progetto “Occhi vigili 2018”.

Il progetto si pone in continuità con quello dell’anno precedente e prevede un ulteriore potenziamento del sistema di videosorveglianza nel territorio dell'Unione, mediante l’attivazione di varchi bidirezionali aggiuntivi con sistema di lettura targhe OCR lungo il perimetro del territorio dell'Unione, di cui fanno parte Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo. Inoltre, vengono installate nuove “videocamere di contesto” per rendere maggiormente sicure le aree centrali e gli spazi pubblici di aggregazione dei Comuni interessati.

Il costo totale del progetto è stato di 40 mila euro e la Regione ha assicurato un contributo di 20 mila euro.

Provincia di Piacenza

In provincia di Piacenza è realizzato 1 progetto, finanziato dalla Regione con 47.700 euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 7 progetti con oltre 441 mila euro.

  • Unione Valnure Valchero - progetto “Community prevention info point”

Il progetto prevede la realizzazione di un punto di ascolto della Polizia locale all’interno di ogni Municipio dell’Alta Valnure, ove i cittadini possano comunicare istanze, problemi, segnalazioni e contestualmente chiedere informazioni, attraverso un sistema di videoconferenza che mette in contatto il cittadino con la centrale operativa della Polizia locale. Viene inoltre predisposto un luogo di aggregazione per i gruppi di comunità attivi nell’ambito della prevenzione nel territorio delle Unioni. Infine, sarà potenziato il collegamento delle singole videocamere di videosorveglianza dei Comuni dell’Alta Valnure con la centrale operativa della Polizia locale interunionale.

Il costo totale del progetto è stato di 68.200 euro e la Regione assicura un contributo di 47.700 euro.

Provincia di Ferrara

 In provincia di Ferrara vengono realizzati 2 progetti, finanziati dalla Regione con 112.600 euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 7 progetti con oltre 390 mila euro.

  • Comune di Ferrara - progetto “Ancora Insieme e Sicuri”.

Il progetto, attraverso un insieme di azioni di prevenzione integrate, prevede il potenziamento del sistema di videosorveglianza mediante l’attivazione di telecamere con sistema di lettura targhe OCR; il sostegno e consolidamento delle attività di mediazione sociale e di comunità del Centro di mediazione, in particolare nelle aree sensibili della stazione ferroviaria; attività di animazione nella stessa zona della stazione, incoraggiando forme di cittadinanza attiva; la realizzazione di una diagnosi locale di sicurezza per un approccio strategico alla prevenzione della criminalità.

Il costo totale del progetto è di 156 mila euro e la Regione assicura un contributo di 100 mila euro.

  • Comune di Cento - progetto “Dare voce alla violenza silente”.

Il progetto prevede l’istituzione di un nucleo antiviolenza all’interno del corpo di Polizia locale e l’allestimento nel Comando di una sala di accoglienza e ascolto dedicata alle vittime di violenze, con particolare attenzione a donne e minori. Vengono inoltre realizzati moduli di formazione in materia di prevenzione della violenza, destinati a operatori sociali e di polizia locale. Infine, sono organizzati incontri pubblici di sensibilizzazione sul tema della prevenzione della violenza nei confronti di soggetti più deboli.

Il costo totale del progetto è pari a 18 mila euro e la Regione ha assicurato un contributo di 12.600 euro.

Provincia di Forlì-Cesena

In provincia di Forlì-Cesena è realizzato 1 progetto, finanziato dalla Regione con 84 mila euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 2 progetti con 208 mila euro.

  • Comune di Forlì - progetto “Forlì SiCura”.

Il progetto prevede interventi di prevenzione integrata nell’area del centro cittadino, zona Portici-Cotogni-Porta S. Pietro. In particolare, viene attivato il sistema di videosorveglianza comunale con telecamere ad alta definizione e collegate mediante fibra ottica al resto del sistema di videocontrollo cittadino e alle centrali operative delle forze dell’ordine. Si realizzano interventi di rigenerazione urbana (fioriere, panchine, portabiciclette e potenziamento dell’illuminazione), di rafforzamento della coesione sociale con eventi finalizzati all’integrazione e la mappatura di locali adibiti a esercizi commerciali vuoti per favorire l'utilizzo temporaneo dei negozi sfitti da parte di associazioni, realtà locali e giovani artisti.

Infine, vengono organizzate attività di formazione e coordinamento dei residenti, curate dal personale di Polizia locale, finalizzate a promuovere tecniche di protezione dai furti e dalle truffe.

Il costo totale del progetto è di 120 mila euro e la Regione assicura un contributo di 84 mila euro.

Provincia di Ravenna

In provincia di Ravenna è realizzato 1 progetto, finanziato dalla Regione con 58.350 euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 4 progetti con oltre 101 mila euro.

  • Comune di Ravenna - progetto “Sicurezza integrata zona Giardini Speyer

Il progetto mira a garantire maggiori condizioni di sicurezza nell’area dei Giardini Speyer con l’attivazione del sistema di videosorveglianza comunale e il potenziamento del presidio territoriale da parte della Polizia locale e del volontariato per la sicurezza. Inoltre, vengono organizzati incontri con gli studenti dei due istituti scolastici presenti per promuovere la prevenzione di diverse forme di dipendenze e tossicofilie, con particolare attenzione all’abuso di bevande alcoliche e al gioco d’azzardo patologico.

Il costo totale del progetto è di 163 mila euro e la Regione assicura un contributo di oltre 58 mila euro.

Provincia di Rimini

In provincia di Rimini sono stati realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione poco più di 196 mila euro. Da inizio legislatura sono stati finanziati 8 progetti con quasi 484 mila euro.

  • Comune di Rimini - progetto “Luci sulla Spiaggia - 2018”.

Il progetto riguarda un intervento integrato di riqualificazione urbana da realizzare nei tratti di spiaggia libera del litorale riminese, spesso meno presidiate e sorvegliate. Una prima tipologia di intervento riguarda un nuovo sistema di illuminazione e telecamere sui tratti di spiaggia. Contestualmente verrà potenziato il sistema di videosorveglianza comunale già installato nei punti strategici della città per migliorare la percezione della sicurezza nei cittadini e nei turisti. La seconda tipologia di azioni riguarda l'acquisto di uno speciale mezzo Atv (All Terrain Vehicle), concordata con il Dipartimento di Polizia di Stato, adatto al pattugliamento notturno della spiaggia da parte della Questura. Infine, la terza tipologia di intervento riguarda una serie di attività di natura culturale e formativa volte a sensibilizzare e prevenire la violenza negli spazi pubblici.

Il costo totale del progetto è di 160 mila euro e la Regione assicura un contributo di 91 mila euro.

  • Comune di Riccione - progetto “Riccione metropoli complessa. La sicurezza come bene comune”

Il progetto prevede il cablaggio di una rete in fibra ottica per ottimizzare il monitoraggio centralizzato delle telecamere di videosorveglianza comunali nella zona Nord della città dal Marano alla Statale Adriatica, unitamente all’acquisto di attrezzature mobili di videosorveglianza. Inoltre, vengono realizzati interventi preventivi delle corse motociclistiche clandestine nell’area artigianale.

Infine, si promuovono iniziative culturali per sensibilizzare la comunità sui rischi di radicalizzazione violenta o di altre forme di delittuosità.

Il costo totale del progetto è stato di 121 mila euro e la Regione ha assicurato un contributo di oltre 84 mila euro.

  • Comune di Bellaria Igea Marina - progetto “L’altra faccia della Riviera – l’esperienza riminese”.

Il progetto prevede la realizzazione di una guida pratica per raccontare l’esperienza riminese in materia di sicurezza urbana anche fuori dai confini territoriali e creare un modello innovativo di prevenzione della criminalità e del disordine urbano diffuso capace di far leva sulla competenza e la partecipazione.

Il costo totale del progetto è stato di 30 mila euro e la Regione ha assicurato un contributo di 21 mila euro.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/15 14:35:08 GMT+2 ultima modifica 2019-01-15T14:35:08+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina